Anno nuovo, Pro Patria nuova: cambio modulo e vittoria sulla Giana

Nel 3421 disegnato da Colombo sono Pitou e Vaghi a consegnare alla Pro Patria la rivincita sulla Giana, che nel finale riaccende il match con il rigore trasformato da Fumagalli. Al triplice fischio il risultato è di 1 a 2 per i bustocchi

Pro Patria - Trento 0 a 2 (24 ottobre 2023)

Inizia nel migliore dei modi il 2024 della Pro Patria, che a Gorgonzola si è imposta sulla Giana Erminio per 2 a 1 trovando tre punti pesantissimi per la classifica e validi per la quinta vittoria stagionale (quattro in trasferta). (foto d’archivio Roberta Corradin)

Complice il ricercato “spirito di rivalsa” e il cambio modulo, con il passaggio dal 352 al 3421, i tigrotti guidati da Riccardo Colombo riscattano il passo falso dell’esordio in campionato e in campo si portano avanti di due lunghezze sui padroni di casa grazie alle reti di Jonathan Pitou al 28′ (un elegantissimo pallonetto dopo un filtrante di Castelli) e nella ripresa, al 12′ del secondo tempo, di Stefano Vaghi, alla prima reti tra i professionisti su un calcio piazzato: uno spiovente di Stanzani sul secondo palo ribadito in rete dal difensore.

Sotto di due gol e con poche chance all’attivo (fatta esclusione di una traversa centrata in pieno da Fall dopo lo 0-2), i Ragazzi della Martesana della Giana nell’ultimo terzo di gara ancora a disposizione danno inizio un vero e proprio assedio davanti alla porta difesa da Rovida, anche a costo di cambiare modulo (da un 352 ibrido al 442 e poi 433), di sbilanciarsi portando tanti uomini in area avversaria e di concedere alla Pro Patria pericolose transizioni ben condotte dal subentrato Nicco in combo con Stanzani, salvate da Zacchi al momento della conclusione a rete.

Il portiere dei bustocchi sarà invece costretto a concedere una breccia dentro la propria porta al 39′ della ripresa, quando Fumagalli apre il tiro e trasforma il rigore ottenuto dopo un contatto con Vaghi su uno dei tanti corner dei bianco-azzurri del finale. Tardive, le speranze della Giana di riagguantare la partita si riaccendono in maniera concreta ma con il ritorno al 352 e, tanto spirito di sacrificio, la Pro Patria riesce a stringere i denti fino al 94′ e a conquistare una vittoria sofferta principalmente nell’ultimo quarto d’ora di gioco, passato per lo più dietro la metà campo.

Per i bustocchi il successo in trasferta mancava dal 21 ottobre (a Meda sul Renate): al momento, inoltre, i tre punti allontanano la squadra dalla zona playout (22 punti), in attesa tuttavia della gara di domani della Pergolettese (20 punti) in campo al Breda di Sesto San Giovanni.

Colombo: “L’atteggiamento ha fatto più differenza più del cambio modulo”

RIVIVI LA CRONACA TESTUALE DELLA PARTITA NELL’ARTICOLO QUI SOTTO

Calcio, Serie C: Giana Erminio – Pro Patria in diretta

 

GIANA ERMINIO-PRO PATRIA 1-2 (0-1)

Reti: 28′ pt Pitou (PPA), 12′ st Vaghi (PPA), 39′ st rig. Fumagalli (GIA)

Giana Erminio (3-5-2): Zacchi; Previtali (16′ st Boafo), Ferrante, Minotti; Caferri (24′ st Barzotti), Franzoni (30′ st Ballabio), Marotta (24′ st Pinto), Lamesta, Groppelli (16′ st Messaggi); Fumagalli, Fall. A disposizione: Pirola, Magni, Perna, Colombara, Corno, Gotti, Piazza. Allenatore: Chiappella.

Pro Patria (3-4-2-1): Rovida; Vaghi, Lombardoni (43′ pt Saporetti), Moretti; Somma (17′ st Citterio), Fietta, Mallamo (32′ st Ferri), Ndrecka; Stanzani, Pitou (17′ st Nicco); Castelli (32′ st Parker). A disposizione: Mangano, Bongini, Bashi, Marano, Bertoni, Piran, Ghioldi, Caluschi, Zanaboni. Allenatore: Colombo.

Ammoniti: Mallamo (PPA), Moretti (PPA), Groppelli (GIA), Boafo (GIA)
Arbitro: Cappai di Cagliari
Collaboratori: Spatrisano di Cesena e Celestino di Reggio Calabria
IV Ufficiale: Bozzetto di Bergamo

Marco Tresca
marco.cippio.tresca@gmail.com

 

Rispettare il lettore significa rispettare e descrivere la verità, specialmente quando è complessa. Sostenere il giornalismo locale significa sostenere il nostro territorio. Sostienici.

Pubblicato il 06 Gennaio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.