Al bar della stazione di Castellanza la mostra su Barbie rivoluzionaria

Dal 7 al 30 marzo saranno esposte 50 barbie con abiti di alta moda per dare valore al Made in Italy e ripercorrere la storia di una bambola che ha fatto la rivoluzione. Quattro gli eventi sul tema della condizione femminile

Barbie

Cinquanta barbie con abiti artigianali di alta moda per dare valore al Made in Italy e ripercorrere la storia di una bambola che ha fatto la rivoluzione in uno spazio di passaggio che vuole diventare, luogo di cultura, inclusione e aggregazione. Sarà inaugurata il 7 marzo al bar In.Bar.Co. della Stazione di Castellanza la mostra “Oltre la bambola, la storia di una Rivoluzione”, aperta a tutti fino al 30 marzo con una serie di eventi collaterali di carattere sociale.

Le barbie fanno parte della collezione privata di Myriam Vallegra, curatrice della mostra, e sono vestite con agli abiti realizzati da diversi stilisti che collaborano con grandi brand dell’alta moda: «La particolarità di questa kermesse – spiega Luca Torno dell’agenzia che ha organizzato l’evento con il patrocinio del Comune di Castellanza e la collaborazione di ferrovie Nord Milano – è quella di aver coinvolto realtà del territorio che possano mettere in risalto tematiche dedicate al mondo delle Donne».

Barbie

Quattro saranno i main event che, al di là dei singoli temi trattati, avranno la prerogativa di affrontare in modo esclusivo ed innovativo il tema della condizione femminile negli ambiti della salute, della violenza di genere, del lavoro e della tecnologia.

Le quattro serate vedranno la presenza di scrittori, comunicatori, esperti di diritto del lavoro, rappresentanti delle associazioni contro la violenza sulle donne ed esponenti del terzo settore: «Siamo entusiasti come amministrazione, di questa importante iniziativa proposta in occasione della Festa della Donna, all’interno di In.Bar. Co. “- ha dichiarato il Sindaco Mirella Cerini -. Una serie di eventi che tutti insieme creano un vero e proprio viaggio nella condizione femminile nei suoi diversi ambiti. Lo spunto è la Barbie, la bambola che negli anni è diventata un’icona di stile e al tempo stesso simbolo del riscatto sociale della donna, con la sua capacità di poter diventare “tutto ciò che desidera”».

RUTH HANDLER: DALLA BARBIE AL TUMORE AL SENO

Il 7 marzo dalle 19 si affronterà l’incredible vita della creatrice di Barbie, fondatrice con il marito della Mattel, una donna imprenditrice in un mondo dominato dagli uomini, la cui determinazione e forza senza limiti portarono alla realizzazione della bambola più famosa di tutti i tempi, amata da milioni di bambine e di collezionisti in tutto il mondo, alla ribalta delle scene anche attualmente, grazie al film omonimo campione di incassi.

Ruth Handler, in parallelo alla sua vita piena di successi, dovette affrontare una dura battaglia: nel 1970 le venne diagnosticato un tumore al seno. Da questa tragica esperienza diede vita al marchio “Nearly Me”, cioè, “quasi me”, producendo innovative protesi mammarie per le donne che avevano subito una mastectomia oncologica.

A parlarne sarà la scrittrice Simona Capodanno, autrice del romanzo in uscita “Ruth Handler. La Rivoluzione Barbie” edito da Morellini. Interverranno Bruno Testa, ideatore e illustratore della Stella Barbie Mattel e Ivanoe
Pellerin, Presidente della LILT Associazione provinciale di Varese.

Giovedì 14 dalle ore 19.00 – CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
Con Luciana Lucetti, Presidente del Centro Antiviolenza ICORE e Isa Maggi, Presidente degli Stati Generali delle Donne e con la partecipazione straordinaria del Comando dei
Carabinieri di Castellanza.

Giovedi 21 dalle ore 19.00 – PARITA’ E DIRITTI DEL LAVORO PER LE DONNE
Con Cristina Riganti Vicepresidente Nazionale del Terziario Donna di Confcommercio e con la partecipazione di Favan – Fashion Lab.

Giovedì 28 dalle ore 19.00 – DONNE E INTELLIGENZA ARTIFICIALE
Con Elena Falletti – Ricercatrice di diritto privato comparato e di diritto e tecnologia della LIUC – Università Cattaneo

La Mostra sarà visitabile dalle ore 6.00 alle ore 18.00 dal lunedì al venerdì presso In.Bar.Co. Stazione Ferrovie Nord Milano di Castellanza (VA) con ingresso libero. Per l’occasione Pizza Speciale di Busto Arsizio, che dal 2012 propone impasti ricercati, realizzati con materie prime di ottima qualità, realizzerà una pizza commemorativa della mostra proposta presso via Mameli con un delicato impasto alla barbabietola.

 

Valeria Arini
valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 26 Febbraio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.