Sparacia: «Era un perfezionista»

Così lo definisce l'assessore ai grandi eventi del Comune di Gallarate che lo seguì durante la sua lunga carriera a Mediaset

La notizia lo ha colto mentre lavorava nel suo negozio in centro, Gianni Sparacia assessore ai grandi eventi del Comune di Gallarate è ancora sotto shock dopo aver parlato con la segretaria di Mike che gli ha comunicato il decesso dell’amico. Per lui il conduttore televisivo che ha fatto la storia del tubo catodico non poteva essere definito in altro modo: «Lo conoscevo dal lontano 1983 – commenta Sparacia – e con lui ho lavorato fianco a fianco per moltissimi anni. Era un uomo di grande intelligenza e, a dispetto di come tutti lo consideravano, era gentile ma anche un grande perfezionista». Certo che le sue sfuriate sono diventate un cult della tv e lo stesso amico Fiorello lo ha preso in giro moltissimo, come quando si arrabbiava con Antonella Elia alla Ruota della Fortuna: «Si bastava poco per farlo andare su tutte le furie ma bisognava saperlo trattare – continua il noto parrucchiere – con me non si è mai arrabbiato. In questi giorni avrei dovuto chiamarlo per invitarlo al Gran Galà dello Sport ma gli eventi hanno travolto tutto».

L’ultima volta che lo ha incontrato fu proprio al Gran Galà dello scorso anno (nella foto in alto Sparacia e Bongiorno): «Sì e lo ricordo benissimo per un fatto che mi stupì – continua Sparacia – mi chiese di fare una foto con lui perchè non ne avevamo mai fatta una insieme e mi disse: "Gianni ci conosciamo da tanti anni e non abbiamo nemmeno una foto insieme" ». Ma qualche tempo prima si arrabbiò anche con lei: «Lo incontrai una volta dopo tanto che non ci si vedeva e mi chiese che fine avessi fatto – racconta ancora Sparacia – io gli dissi che il presidente (Berlusconi, ndr), mi voleva in politica e lui si arrabbiò dicendomi che dovevo rifiutare». Nell’ultima chiacchierata che ebbe con lui, però, c’era un po’ di rancore: «Naturalmente non con Berlusconi – precisa Sparacia – mi disse che non avrebbe accettato ridimensionamenti del suo ruolo in Mediaset e quando decisero per lui passò a Sky».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.