Entro la fine dell’anno avremo due Soli?

Secondo uno scienziato australiano l'esplosione di una supergigante rossa farà brillare un secondo sole per due settimane. Nessun pericolo, ma tanti dubbi sulla tempistica

Per due settimane potremo avere due soli, tanto da non poter rimanere totalmente al buio nemmeno la notte. La previsione, che ha dell’inquietante, non farà altro che accrescere il mito del 2012, ma non è assolutamente pericolosa.

Secondo Brad Carte, scienziato dell’Università del Sud Queensland, in Australia, proprio quest’anno potrebbe esplodere Betelgeuse, una supergigante rossa della costellazione di Orione. Esplodendo, Betelgeuse sarà luminosissima e assomiglierà nel cielo a un secondo sole. Se così fosse, per due settimane, i nostri cieli saranno decisamente più luminosi.

Non ci sarebbe comunque pericolo, perché Betelgeuse è comunque molto lontana. Già nel 1054 in Cina si vide un secondo sole, causato dall’esplosione di una seconda stella. Il problema della previsione di Brad Carte sta tutto nella tempistica. Secondo lo scienziato australiano il fenomeno si rivelerà entro la fine di quest’anno. Secondo altri scienziati, invece, ci potrebbero volere anche migliaia di anni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.