Al corso sugli stages europei mancava solo Speroni

Aula piena per il seminario organizzato dall'europarlamentare, impossibilitato a presenziare per motivi personali. Cento studenti in attesa delle nuove opportunità in arrivo da Bruxelles

Mancava solo l’organizzatore, Francesco Speroni, all’affollatissimo seminario sugli stages in Europa, che ha riempito l’aula 10 della facoltà di economia dell’università degli studi dell’insubria di Varese. 
Il seminario così richiesto dagli studenti illustrava le opportunità di lavoro e di stages al Parlamento europeo: un argomento promosso proprio dall’europarlamentare, e introdotto dal patrocinatore dell’evento, l’assessore al lavoro della provincia Alessandro Fagioli.

A introdurre le novità pratiche e a spiegare come fare per entrare nel cirucito europeo ci ha pensato invece la professoressa Valeria Ghilardi: che, tra l’altro, ha spiegato dei "posti Lisbona" opportunità di assunzione derivate dalla necessità di ulteriore personale che potesse gestire l’adeguamento al trattato delle attività della UE e della fame a Bruxelles di traduttori: ma più che di specialisti della traduzione, la Ue è alla ricerca di specialisti in discipline specifiche (Medicina, giurisprudenza, economia e altro) in grado di tradurre in altre lingue testi con argomenti specifici. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.