Il prefetto Zanzi incontra le famiglie numerose

Lettera di ringraziamento delle famiglie numerose dopo l’incontro avuto con il prefetto per discutere della loro condizione

Ieri, 18 ottobre, Federica e Mauro Barbesino e io siamo stati invitati dal Prefetto di Varese a seguito delle lettere spedite per “Adesso basta!!!”, un’insieme di iniziative volte alla sensibilizzazione sul tema famiglia, portate avanti con grande impegno e convinzione dalla nostra Associazione.

Siamo rimasti colpiti tutti e tre dal fatto che l‘incontro si sia trasformato subito in un colloquio cordiale e sentito nel quale anche il Prefetto ha portato la sua esperienza personale, prima di figlio e poi di padre e ha ribadito l’importanza della sfida educativa, testimoniando che la famiglia non dovrebbe essere considerata (come invece è) una problematica ma una risorsa fondamentale per il nostro Paese.

Ha condiviso con noi l’urgenza di una politica familiare strutturale e ha concordato sul fatto che, il modo in cui si (mal)tratta la famiglia in Italia è assai miope: dando gli strumenti necessari a una famiglia per crescere bene i propri figli si da modo all’economia di rimettersi in moto! Ha manifestato apprezzamento per chi, come noi, accoglie la sfida di una vita "numerosa" perché ricca di valori positivi quali la condivisione, la sobrietà, la capacità di sacrificio.

Si è rammaricato molto quando gli abbiamo parlato della scelta di alcune “nostre” famiglie di emigrare in Francia per poter dare un futuro ai propri figli e ci ha invitati a contare sul suo appoggio personale e su quello dell’Istituzione che rappresenta per sostenere iniziative e occasioni di sensibilizzazione sul tema della famiglia.  

Persona gentile e sensibile, il dottor Giorgio Franco Zanzi ha manifestato la sua vicinanza personale alla nostra campagna di sensibilizzazione e ha assicurato che trasmetterà il resoconto del nostro incontro al Ministro dell’Interno e alla Presidenza del Consiglio (cosa che è di routine ma … “Questa volta – ha detto- lo faccio con grande piacere!”)

Abbiamo inviato, il giorno dopo, una lettera di ringraziamento al Prefetto: ci è sembrato il minimo dopo un’accoglienza e un’attenzione così grandi.  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.