Passerella Unendo Yamamay contro la Dinamo

Già sicura del secondo posto, Busto Arsizio passeggia nell’ultimo turno di Champions League: è festa per Pisani, Caracuta e Brinker. Giovedì 13 il sorteggio della seconda fase

L’immagine emblematica della serata è quella degli Amici delle Farfalle, che a metà terzo set improvvisano un trenino sugli spalti del PalaYamamay: la partita tra Busto Arsizio e Dinamo Bucarest non ha nessun significato pallavolistico, è solo una grande festa per chiudere nel migliore dei modi la prima fase di Champions League. Una festa soprattutto per le seconde linee della Unendo Yamamay, che Parisi giustamente ha schierato una volta venuto a conoscenza del risultato di Mulhouse-Galatasaray, che aveva blindato il primo posto per la squadra di Barbolini: dentro dunque Caracuta in palleggio, Brinker al posto di Faucette e soprattutto un’emozionatissima Giulia Pisani (nella foto), alla prima da titolare in questa stagione. La partita è a tratti da bollino rosso per il numero degli errori in campo, soprattutto da parte delle rumene che regalano ben 25 punti: di fatto c’è gara solo nel secondo set, in cui le biancorosse si distraggono e devono annullare due set point prima di imporsi ai vantaggi. Alla fine tra le padrone di casa si distingue proprio Pisani, protagonista con 5 muri, e buone risposte arrivano anche da Marcon, che torna su discreti livelli in attacco con il 43%. Tecnicamente c’è davvero poco da dire, ora si tratta solo di aspettare il sorteggio che si terrà giovedì 13 dicembre nella sede della CEV in Lussemburgo.

Galleria fotografica

Yamamay - Dinamo Bucaresti 4 di 22

LA PARTITA – Già durante il riscaldamento arriva la notizia che il Galatasaray ha vinto in tre set a Mulhouse: la partita non ha più significato per le due squadre. Ciò nonostante la Dinamo schiera la formazione titolare, mentre Parisi risparmia gran parte del sestetto base: Lloyd seduta (affaticamento muscolare), fuori anche Arrighetti e Faucette. Giocano Brinker, Caracuta e, per la gioia del pubblico di casa, anche Giulia Pisani, alla prima da titolare in questa stagione. Dopo la partenza molto soft (0-4) è proprio la toscana a rianimare le sue con un muro e un ace per il 5-5; dal 9-7 arriva un altro break di 4-0 sul servizio di Marcon e la Unendo Yamamay si stacca. Le biancorosse sembrano dominare, ma rischiano qualcosa quando dal 20-13 si fanno riavvicinare sul 20-18; ci pensa Kozuch a riportare Busto a più 4, e poi Stefan sbaglia la battuta del 25-21. Anche nel secondo set la Yama si porta subito avanti 10-6 e 12-8 con i muri di Bauer e Marcon; sembra fatta, invece la Dinamo resta in scia (13-12) fino a pareggiare i conti sul 15-15 con un errore di Cisky. Si continua punto a punto e Marcovici prova addirittura il colpaccio: attacco e muro per il 19-21. La stessa centrale conferma il vantaggio per il 22-24; Busto però si risveglia in tempo annullando i due set point, se ne procura uno con Marcon e chiude con un altro muro di Pisani. La partita finisce lì, perché il terzo parziale si apre con un imbarazzante 12-1 frutto della battuta di Brinker; i passaggi sul 15-3 e 20-7 dicono tutto di un set che finisce prima di essere iniziato, l’unica emozione arriva alla notizia della sconfitta di Villa Cortese.

L’INTERVISTA – La vetrina di giornata spetta a Giulia Pisani: “Non era una partita che contava, ma io l’ho sentita come se fosse stata una finale mondiale – confessa la centrale toscana – stanotte non riuscivo a dormire! Non è da me, ma ero davvero emozionata perché da tanto tempo non giocavo da titolare e non avevo più sicurezze e certezze. Voglio ringraziare tutte le ragazze che mi sono state vicine e hanno cercato di tenermi tranquilla. Non mi trovavo tanto bene in attacco, ma a muro penso di aver fatto un buon lavoro: se non va una cosa deve andare l’altra…”.

Unendo Yamamay Busto Arsizio-Dinamo Romprest Bucarest 3-0 (25-21, 26-24, 25-11)
Busto A.: Faucette, Lloyd ne, Brinker 11, Leonardi (L), Marcon 13, Bauer 9, Kozuch 8, Lombardo ne, Arrighetti ne, Caracuta, Pisani 10, Bisconti. All. Parisi.
Dinamo: Constantin ne, Stefan 5, Marcovici 12, Minca 2, Smarandache 2, Lupu 4, Hood 13, Baciu 3, Carbuneanu ne, Motroc ne, Zburova 3, Valachova (L). All. Kovacevic.
Arbitri: Kraft (Germania) e Szmydynski (Polonia).
Note: Spettatori 2810. Busto: battute vincenti 2, battute sbagliate 3, attacco 36%, ricezione 54%-35%, muri 11, errori 12. Dinamo: battute vincenti 8, battute sbagliate 9, attacco 26%, ricezione 60%-26%, muri 6, errori 25.

Girone C: ASPTT Mulhouse-Galatasaray Daikin Istanbul 0-3 (22-25, 13-25, 18-25); Busto-Dinamo 3-0. Classifica: Galatasaray 15; Busto 13; Dinamo 5; Mulhouse 3.

LE QUALIFICATE – Con le partite di oggi si chiude il quadro delle qualificate alla seconda fase: passano come prime classificate Vakif Istanbul, Rabita Baku, Galatasaray, Eczacibasi, Dinamo Kazan e Lokomotiv Baku e come seconde RC Cannes, Atom Sopot, Unendo Yamamay, Azerrail Baku, Schweriner SC e Dinamo Mosca. Dato che una delle vincitrici (le candidate rimaste in lizza dovrebbero essere Rabita, Dinamo Kazan e Galatasaray) organizzerà la final four ottenendo il pass diretto, Villa Cortese sarà ripescata come miglior terza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 dicembre 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Yamamay - Dinamo Bucaresti 4 di 22

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.