Condannato a 16 anni l’assassino di Marianna Ricciardi

Pena ridotta di un terzo per aver scelto il rito abbreviato. Oltre un milione di euro di risarcimento alla famiglia. Domenico Cascino l'aveva massacrata a colpi di scacchiera nella sua casa di Samarate

E’ stato condannato a 16 anni di carcere Domenico Cascino, l’assassino di Marianna Ricciardi, uccisa nella sua abitazione a colpi di scacchiera la mattina del 14 novembre 2011 nella sua casa di Samarate in via dei Faggi. A condannare il 44enne è stato il giudice per l’udienza preliminare Nicoletta Guerrero, diminuendo la richiesta di pena dell’accusa che era di 24 anni. La scelta di ridurla di un terzo è stata dettata dalla scelta del rito abbreviato. A Cascino è stata riconosciuta l’aggravante della crudeltà ma è stata controbilanciata dalle attenuanti generiche. Il giudice ha condannato Cascino al pagamento di di un risarcimento di 1 milione e 250 mila euro, suddivisi tra i familiari. L’avvocato Davide Toscani si è riservato la decisione di ricorrere in appello per ottenere l’esclusione dell’aggravante della crudeltà.

L’omicidio di Marianna Ricciardi sconvolse due comunità, oltre all’intera opinione pubblica, da una parte i cittadini di Samarate e dall’altra la comunità dell’Aloisianum dove Marianna lavorava e dove lo stesso Cascino viveva, occupando una stanzetta in cambio di lavori di manutenzione. Cascino, arrestato poche ore dopo la scoperta del delitto, aveva subito confessato la sua colpa e ricostruito la dinamica che lo aveva portato ad uccidere la donna allora 35enne, madre e moglie, stroncata dalla follia di un uomo che non voleva rassegnarsi al fatto che nel cuore di Marianna non c’era posto per lui.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 febbraio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.