Sei nigeriani contro un connazionale, rissa davanti al commissariato

Al termine della zuffa, nella quale due hanno riportato ferite da arma da taglio, tutti e sette sono stati denunciati. In sei erano venuti da Bergamo e Milano per regolare i conti con il loro connazionale

Denunciati sette nigeriani per rissa, porto di armi improprie e danneggiamento. 
Poco dopo le 21.00 di ieri 23 febbraio la Volante della Polizia di Stato di Busto Arsizio è dovuta pervenire per una furibonda rissa tra sette uomini di colore, ma non hanno dovuto fare molta strada visto che si stavano picchiando proprio davanti all’ingresso del Commissariato all’incrocio tra viale Duca d’Aosta e via Candiani. I poliziotti hanno faticato non poco per separare e tenere a freno le parti in conflitto, accertando subito dopo che si trattava di sei cittadini nigeriani, domiciliati in varie località delle province di Milano e Bergamo, contrapposti ad un loro connazionale abitante a Busto Arsizio.

Le motivazioni dello scontro sono apparse piuttosto oscure, anche per le diverse versioni fornite dai protagonisti che tra l’altro si esprimono a fatica in lingua italiana, mentre più chiara è risultata la sua dinamica.  I sei nigeriani avrebbero infatti raggiunto Busto Arsizio per dirimere precedenti questioni con il loro connazionale, ma la discussione sarebbe presto degenerata tanto che l’uomo residente in città avrebbe estratto un paio di forbici e colpito al braccio uno degli avversari per poi darsi alla fuga a piedi, venendo però raggiunto dagli altri proprio davanti al Commissariato.

Qui sarebbe scoppiata nuovamente la rissa, interrotta solo dall’arrivo della Volante. A farne le spese due dei nigeriani, medicati in ospedale per ferite da taglio guaribili in 6 giorni, e uno degli agenti che ha subito il danneggiamento della propria autovettura privata che aveva parcheggiato fuori dal Commissariato.  Per i sette, accompagnati in ufficio ed identificati, è scattata la denuncia per rissa, porto di armi improprie e danneggiamento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore