La Rocca e non solo, Angera presenta il museo diffuso

Il primo maggio l'assessorato alla cultura presenterà due importanti progetti per far conoscere a visitatori e turisti le bellezze della cittadina

Angera: i luoghi (inserita in galleria)

Il 1 maggio 2016 Angera presenta il nuovo portale turistico e il museo diffuso. 15.000 anni di storia e arte in un paesaggio da favola, che invita al benessere e alla buona tavola.

Portale Turistico e Museo Diffuso sono due progetti a cui l’assessorato alla cultura di Angera ha dedicato molto tempo ed energia. “Si tratta del risultato di un lungo e accurato lavoro – spiega Valeria Baietti, Assessore alla Cultura e al Turismo – che ha l’intento di incoraggiare e favorire la conoscenza di tutte le bellezze che caratterizzano la nostra città. Ci auguriamo che da questa conoscenza nasca un sincero apprezzamento delle ricchezze del nostro territorio e, di conseguenza, la volontà di preservarlo e valorizzarlo”. I due progetti sono stati realizzati grazie a un co-finanziamento di Regione Lombardia, con il Patrocinio della Soprintendenza Archeologia della Lombardia, con la collaborazione del Museo di Angera e grazie alla indispensabile partecipazione di tanti angeresi e impiegati del Comune.

Lo sapevate che il territorio di Angera ospita decine di monumenti storico-artistici, ambienti incontaminati e protetti, passeggiate, spiagge, musei e scorci romantici? Se provaste a contare quelli che conoscete, che numero raggiungereste? La Rocca e la Madonna della Riva, il Museo,  la chiesa di Capronno e l’Oasi, la spiaggia e San Quirico, e poi? Per ora ne abbiamo individuati 40 e abbiamo creato un MUSEO DIFFUSO.

Le sale di questo Museo sono a cielo aperto, tra Borgo, periferia e frazioni, attraversate da un venticello fresco, dai profumi della natura e dal canto degli uccelli, si trovano tra il lago luccicante, il bosco ombroso e le fertili colline. Le vetrine sono a lato di antiche strade, in mezzo al placido golfo, sottoterra, dietro un portone e a volte solleticano il palato.

Le didascalie che descrivono le opere d’arte create dalla natura nel corso di innumerevoli millenni o dall’ingegno dell’uomo attraverso i secoli, sono costituite da grandi cartelli in italiano e in inglese, collocati in prossimità di ogni monumento. La guida breve del Museo Diffuso è una mappa cartacea che si trova in distribuzione all’Ufficio Turistico e al Nucleo Centrifugo del Museo Diffuso, in Via Marconi 2, o presso la Biblioteca Civica, via dei Mille 5.

Il 1 Maggio 2016 verrà messo on-line anche  www.angera.it, il portale culturale e turistico creato appositamente per offrire ai visitatori e agli ospiti di questa incantevole città tutte le informazioni necessarie. Sul portale troverete anche un approfondimento bilingue per ogni cartello del Museo Diffuso.

Nel portale sono stati inseriti indicazioni sui parcheggi e mappe dei sentieri, informazioni e numeri utili, orari di apertura e soluzioni per il pernottamento.  Grazie al nuovo portale si potrà sapere dove si trovano i bagni pubblici e dove un fasciatoio, dove affittare una bicicletta o un motoscafo, quali sono i ristoranti, i bar e le gelaterie, dove gustare i prodotti tipici locali.

Si potranno scoprire le favole, le glorie e le leggende del Lago Maggiore, ammirare splendide foto e preparare la visita tramite brevi guide ai luoghi di principale interesse. Il portale verrà aggiornato periodicamente e sarà presente il calendario degli eventi in programma, come conferenze, concerti, feste o laboratori per bambini, o per trovare più facilmente il collegamento ai siti locali che forniscono gli orari dei treni, dei battelli, dei pullman.

L’Inaugurazione si svolgerà presso la Sala Conferenze del Museo Archeologico a partire dalle 10.30. Durante la giornata saranno organizzate anche delle visite guidate alla scoperta della cittadina.

È possibile prenotare presso la Biblioteca, via dei Mille, inviando una email a  cultura@comune.angera.it o telefonando dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 12.30 al numero 0331 930 168.

di
Pubblicato il 18 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.