“Nessuno toccherà il ruolo della responsabile della biblioteca”

Il sindaco Gianmario Bernasconi replica a Marica Casagrande, da trent'anni alla guida del prestito libri: "Solo un fraintendimento: i volontari non prenderanno il suo posto"

Azzate: i luoghi (inserita in galleria)
Azzate: i luoghi (inserita in galleria)

Sostituire la responsabile della biblioteca di Azzate? Nessuno ha mai preso in considerazione questa ipotesi. Dopo una giornata di botta e risposta, è arrivata, secca, la replica del sindaco Gianmario Bernasconi che mette così fine alla polemica nata dopo le dichiarazioni in consiglio comunale di un rappresentante della minoranza che chiedeva l’opportunità di valutare l’utilizzo dei volontari per la gestione della biblioteca comunale (qui la lettera di Marica Casagrande, responsabile della biblioteca di Azzate dopo le dichiarazioni di Luca Massetti).

Ecco la risposta del sindaco Gianmario Bernasconi

Durante l’ultimo Consiglio Comunale (che, mi piace precisarlo, è l’organo supremo e più importante della nostra Pubblica Amministrazione e della nostra Comunità, in quanto tutti i Cittadini vi sono rappresentati attraverso i Consiglieri democraticamente eletti), quando è stata portata all’esame dei Consiglieri una proposta di modifica del vigente regolamento dei Volontari, si è acceso un vivace e democratico dibattito proprio intorno alle attività che questi avrebbero potuto svolgere a vantaggio di tutta la Comunità, operando a supporto dei Dipendenti, delle forme Associative e degli Amministratori.

In seno a questa discussione il Consigliere di minoranza Massetti ha proposto alcune riflessioni su possibili soluzioni organizzative finalizzate al contenimento della spesa, senza mai mettere in discussione l’operato, la professionalità, la competenza o i risultati ottenuti dai vari servizi comunali, biblioteca compresa e senza mai mettere in discussione il dovuto compenso economico tabellare delle figure professionali che operano nei servizi oggetto dalla discussione.

Queste riflessioni sono forse state interpretate come un attacco personale, travisando lo spirito e la finalità della discussione.

Per consentire una più serena ed armoniosa riflessione ritengo opportuna la lettura dell’estratto del verbale delle attività Consiliari

Questo il link:  Verbale del consiglio comunale 

 

Gianmario Bernasconi

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marco_oltre

    Sig. Sindaco avrebbe potuto zittire subito il consigliere di minoranza, si fa spesso quando non si vuole discutere di qualche argomento, ma sopratutto per rispetto a chi, assente , veniva attaccato.