Sconto benzina, il problema con la carta nazionale sarà risolto presto

Il sistema è utilizzato da oltre 300mila cittadini, per un totale di 230 stazioni di servizio e permette di erogare 18milioni di euro di sconti all’anno

carta nazionale dei servizi

I problemi di utilizzo della carta nazionale dei servizi per usufruire dello sconto benzina nei Comuni di confine saranno risolti a breve. È quanto è emerso oggi pomeriggio in occasione della riunione congiunta delle Commissioni Attività Produttive e Bilancio.

Presente il Presidente di Lombardia Informatica, Davide Rovera, è stato spiegato come all’origine dei disguidi riscontrati nei giorni scorsi sia stata l’incompatibilità fra le nuove carte nazionali dei servizi prodotte e distribuite dal fornitore del MEF e alcuni dispositivi POS. Problema a cui Lispa e Ministero stanno lavorando per eliminare le criticità.

Nell’audizione è stato precisato come il problema non dipenda né da Regione Lombardia né da Lombardia Informatica.

In attesa della risoluzione definitiva dei problemi, il Consigliere Segretario dell’Ufficio di Presidenza, Daniela Maroni, ha annunciato che chiederà di prorogare l’utilizzo delle CRS regionali in scadenza che, a differenza delle nuove CNS (un primo lotto, però, è perfettamente funzionante), non presentano alcuna incompatibilità. Allo stesso tempo Regione Lombardia ha chiesto al MEF di non inviare ai cittadini le nuove Carte nazionali dei servizi prima del termine fissato, ovvero i tre mesi dalla scadenza effettiva della CRS.

La carta sconto benzina, attivata in Lombardia nel 2001, dal 2011 è stata inglobata nella Carta regionale dei servizi. Dal 2013 lo sconto è usufruibile utilizzando la Carta nazionale dei servizi (che ha sostituito quella regionale) ma alcune delle nuove tessere hanno evidenziato incompatibilità tra microchip e POS.

Il sistema è utilizzato da oltre 300mila cittadini, per un totale di 230 stazioni di servizio e permette di erogare 18milioni di euro di sconti all’anno. Dal 2011 con le CRS e le TS CNS della prima fornitura, sono state superate le 20milioni di transazioni con una media di 15mila giornaliere.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.