Asmini e Scandroglio: «Bella e importante vittoria»

In sala stampa dopo la vittoria della Pro Patria sulla Virtus Bergamo, ci sono solo belle parole

salvatore asmini andrea scandroglio pro patria
Varie tigrotti

La Pro Patria inizia bene il 2017 e il girone di ritorno vincendo l’importante scontro diretto contro la Virtus Bergamo 2-1. Prima vittoria sulla panchina Tigrotta per Andrea Scandroglio, che ha sostituito mister Roberto Bonazzi squalificato: «I ragazzi hanno interpretato la partita nel modo giusto. Riprendere dopo le feste non è mai facile e soffrendo nel finale hanno dimostrato di avere un grande valore. Mister Bonazzi ha preparato la sfida nel modo giusto e questo ha pagato in campo. Per me è stata una bella esperienza: dovevo sostituire una persone e i ragazzi mi hanno aiutato tanto mettendomi a mio agio e aiutandomi nello svolgere al meglio il lavoro».

Presente in sala stampa anche il direttore generale Salvatore Asmini: «Aver battuto oggi una squadra forte come la Virtus Bergamo è una cosa importante, personalmente questa è la squadra più forte che abbiamo incontrato. Ci siamo complicati un po’ la vita nel secondo tempo, ma siamo contenti della vittoria. Ora non dobbiamo pensare di andare a Lecco a fare una passeggiata: sarà una gara difficile anche sapendo la rivalità tra i tifosi. Ci spiace che non potranno esserci tanti nostri tifosi. Per Santana il problema è ancora quello al polpaccio, faremo gli accertamenti del caso nei prossimi giorni. Auguro a Scandroglio di arrivare più in alto possibile nella sua carriera da allenatore: è un ragazzo molto preparato e umile».

Marco Piras ha festeggiato al meglio il compleanno con il gol del vantaggio: «Non ho visto bene il tiro del gol, l’importante è che sia entrata, con una deviazione o no. Era una partita difficile perché i loro esterni sono molto forti e noi siamo stati bravi. Per me è una stagione positiva, sono contento di essere in una grandissima piazza e sono molto felice. Mi manca un po’ la mia famiglia in Sardegna, ma qui sto davvero bene».

Il direttore sportivo della Virtus Bergamo, Mirco Poloni, fa i complimenti alla Pro Patria: «Siamo partiti bene, soprattutto il primo quarto d’ora di gioco. Abbiamo subito il primo gol senza capire bene come che ci ha tagliato le gambe, subendo subito il secondo. Abbiamo comunque perso contro una grande squadra come la Pro Patria. Siamo venuti a Busto Arsizio per fare il nostro meglio e devo dire che abbiamo fatto il possibile. L’unico rammarico è stato il fallo di mano in area della Pro Patria non ravvisato dall’arbitro che poteva portarci in vantaggio».

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 08 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.