Il crono programma dei lavori dell’Arcisate-Stabio

L’attivazione commerciale del nuovo collegamento avverrà, secondo le previsioni, a dicembre 2017. Fino ad allora proseguono i cantieri

arcisate stabio
Foto varie

Con la caduta dell’ultimo diaframma della galleria di Induno Olona scatta ufficialmente il count down per l’apertura della linea ferroviaria dell’Arcisate-Stabio. L’attivazione commerciale del nuovo collegamento avverrà, secondo le previsioni, a dicembre 2017.

Proseguono intanto gli interventi per la realizzazione delle opere civili della futura sede ferroviaria: le due gallerie Induno e Bevera e le trincee in ambito urbano, il viadotto Bevera e le nuove stazioni di Induno Olona, Arcisate e Gaggiolo, quest’ultima nel comune di Cantello.

Terminate le opere strutturali, i lavori procederanno con la posa dell’armamento ferroviario e del sistema di alimentazione elettrica dei treni e, nell’ultima fase, verranno realizzati gli impianti di sicurezza e segnalamento per la circolazione ferroviaria.

Il cronoprogramma per voce dell’AD di RFI Maurizio Gentile

LA GALLERIA DI INDUNO OLONA

L’abbattimento dell’ultimo diaframma della galleria Induno è stato realizzato scavando in parallelo lato Varese e lato Stabio: il tunnel (lungo 950 metri) è costituito da un tratto centrale realizzato in galleria naturale e da due tratti laterali realizzati in galleria artificiale. La galleria si sviluppa planimetricamente con un andamento in curva, ad una profondità di oltre 50 metri sotto la galleria ferroviaria della precedente linea ferroviaria, che sarà trasformata in pista ciclopedonale.

LA NUOVA LINEA (Indicazioni tecniche fornite da Rfi)
La nuova linea Arcisate – Stabio, sviluppandosi principalmente in territorio italiano (oltre 8 km) fino al confine con la Svizzera, collegherà Varese con il Canton Ticino e Como. Il collegamento permetterà di raggiungere l’aeroporto di Malpensa dalle città della Svizzera centrale e meridionale e connettere le direttrici del Sempione e del Gottardo grazie all’interscambio ferroviario di Gallarate.

La linea esistente Varese – Confine di Stato – Mendrisio sarà interrata e raddoppiata in sede da Induno Olona al bivio Bevera per Porto Ceresio (4,6 km), mentre fino al confine (3,6 km) sarà realizzata una nuova linea a doppio binario. Nei comuni di Induno Olona e Arcisate i binari correranno in una trincea profonda (fra i 6 e gli 8 metri sotto il piano campagna). Saranno così superate le interferenze con la rete stradale, sarà ricucito il tessuto urbano e ridotto l’impatto visivo e acustico. Tutti i sei passaggi a livello esistenti saranno eliminati.

Lungo la linea sono presenti due gallerie, Induno (950 m) e Bevera (970 m) e sono presenti, per circa 3,5 km, trincee profonde parzialmente coperte nei comuni di Induno Olona e Arcisate. Sono inoltre presenti il viadotto Bevera a 7 campate (439 m) e il ponte Baranzella (40 m).

A regime la linea avrà una capacità di traffico di 8 treni passeggeri ogni ora (4 coppie) per i collegamenti Mendrisio – Varese, Lugano – Malpensa, Como – Varese (via Mendrisio) e Svizzera Occidentale – Svizzera Orientale (via Gallarate).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 gennaio 2017
Leggi i commenti

Video

Il crono programma dei lavori dell’Arcisate-Stabio 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.