Fine corsa a Reggio Emilia per i Blue Storms

La squadra bustocca esce nei quarti di finale per mano degli Hogs (21-14) dopo una partita vivace ed equilibrata

hogs reggio emilia blue storms busto football americano
Le foto del football americano

Addio sogni di gloria per i Blue Storms Busto Arsizio, l’unica franchigia della nostra provincia ancora in lizza nel campionato di football di Seconda Divisione.
I rossoblu escono di scena nei quarti di finale per mano degli Hogs Reggio Emilia, una delle squadre più attrezzate della categoria: 21-14 il punteggio finale a favore per gli emiliani al termine di una gara equilibrata e decisa da alcuni episodi. (foto di Giorgia Villanova)

Gara “segnata” anche da una dubbia decisione arbitrale a inizio gara, quando Andrea Fimiani è entrato in endzone e solo dopo aver fatto il suo ingresso ha perso contatto con la palla. La crew arbitrale però ha annullato il touchdown del talentuoso quarterback bustocco.

Gli Hogs sono andati in vantaggio nel primo quarto con Fiorillo al termine di un lungo drive d’attacco (7-0). Dopo la prima pausa però i Blue Storms hanno trovato il pareggio con un TD pass di Fimiani su Turati, poi trasformato da Robustellini per il 7-7. Immediata replica reggiana, però: l’attacco degli Hogs si è subito ben posizionato ed è andato a segno con De Cicco su corsa, con trasformazione successiva di Iotti (14-7).

Dopo l’intervallo i Blue Storms hanno messo sul campo un gioco vivace, ma non sono riusciti a mettere punti sul tabellone: 0-0 il parziale del terzo quarto e occasione persa per Busto, visto che Reggio Emilia è poi stata cinica a colpire all’inizio dell’ultima frazione. Dopo il 21-7 per i padroni di casa la squadra di Ganci ha cercato l’ennesima grande rimonta dopo quella di settimana scorsa: Fimiani ha messo alle strette la difesa e inventato il passaggio vincente per il TD di Carlo Varini trasformato da Robustellini per il 21-14. La difesa reggiana però è riuscita a fermare l’ultimo attacco ospite vanificando le speranze dei tifosi rossoblu.

«Vedo il bicchiere mezzo pieno perché l’aver combattuto alla pari con una delle squadre da sempre ai vertici del campionato è ragione di grande orgoglio, ma al tempo stesso lo vedo anche mezzo vuoto perché ancora una volta abbiamo mancato la finalissima» è il commento agrodolce del presidente Fabio Parma.

Tanta delusione anche l’head coach Giovanni Ganci: «Un po’ di amarezza per aver perso con una squadra favorita per vincere il campionato, viste le occasioni sprecate e qualche decisione arbitrale non favorevole. Dal touchdown trasformato in fumble nel primo drive ai due viaggi dentro le loro dieci senza mettere punti a referto che hanno segnato in negativo la nostra partita. I ragazzi non si siano dati per vinti mentre due anni fa, sullo stesso campo, eravamo usciti battuti nettamente. Quest’anno ce la siamo giocata fino alla fine: segnali di una crescita evidente della squadra».

Il match di Reggio è stato comunque bello a vedersi, equilibrato e corretto; prima dell’inizio i Blue Storms hanno consegnato un mazzo di fiori alla famiglia di Enea Codeluppi, giovane giocatore degli Hogs scomparso due anni or sono.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 giugno 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.