“Noi quarta gamba? Siamo un pezzo di cuore”

Raffaele Cattaneo ha presentato il coordinamento "Noi con l'Italia" di Varese. Tra i candidati anche Gian Pietro Rossi ultranovantenne

Noi con l'Italia

Lo scudo crociato, il simbolo storico dell’Italia centrista e moderata, sarà presente alle prossime elezioni politiche e regionali.
Sei aggregazioni diverse, con la stessa vocazione
nazional popolare, cattolica e riformista, si sono ritrovate sotto il simbolo di “ Noi con l’Italia,” proponendosi come “la quarta gamba del centro destra”: « A noi piacerebbe essere accostati a una parte un po’ più nobile del corpo umano, una parte come il cuore – ha affermato Raffaele Cattaneo presentando Varese il coordinamento di Noi con l’Italia a Varese – In un momento di grandi disgregazioni, dove svettano movimenti personalistici e frammentati, noi, con le nostre storie, ci siamo riconosciuti e organizzati insieme per esprimere ideali che da sempre sono rappresentati dal nostro simbolo».

Alla presentazione erano presenti Giorgio Ginelli, sindaco di Jerago con Orago e consigliere provinciale, Dimitri Cassani, sindaco di Casorate Sempione, Mario Volontè segretario Udc della Provincia di Varese e Gian Pietro Rossi già senatore della Repubblica Italiana che ha annunciato la volontà di candidarsi.

Tre i punti cardine della politica dei questo nuovo soggetto politico: giovani, impresa e famiglia. « Per noi i programmi stanno prima degli slogan e mettiamo al centro contenuti realistici e  proposte credibili -ha rimarcato il presidente uscente del Consiglio regionale lombardo –  In politica per poter amministrare bene servono capacità, buonsenso ed esperienza. La nostra proposta è per tutti coloro che credono in una politica seria, che intende costruire a partire da azioni credibili».

Il nuovo soggetto è entrato di diritto nel centro destra: « Abbiamo sottoscritto il programma nazionale e condividiamo gli obiettivi regionali – ha spiegato ancora Cattaneo – ci sono stati momenti di frizione e noi eravamo pronti a correre da soli. Il nostro peso, però, non è di poco conto e , alla fine, è stata chiara l’importanza della nostra presenza anche per bilanciare al centro la coalizione. Nell’accordo abbiamo previsto che avremo 31 collegi , un risultato più che dignitoso».

È ancora prematuro chiedere chi saranno e dove si presenteranno ma di certo nella nostra provincia il simbolo apparirà, così come è certo, perché annunciata da lui stesso, che Gian Pietro Rossi, alla veneranda età di 90 anni e qualche mese, si metterà in gioco: « Perché è rinata la passione quando sono andato in Senato a ritirare la medaglia di latta che danno a tutti i senatori novantenni».

Oltre ai tre temi principali, nel corso della mattinata sono stati sottolineati anche altri grandi impegni: per le pari opportunità, per l’autonomia e sull’associazionismo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore