Sette ristoranti giapponesi in un kilometro, è sushi-mania

Sono nati uno dietro l'altro lungo la strada che separa Castellanza da Legnano. Chiudono i ristoranti italiani e i fast food

Sushi

Li Min, Like, Tao, Kobbo, Sushi Club, Amy Sushi. Sei ristoranti sushi lungo la stessa strada a poche decine di metri l’uno dall’altro, sette se si conta anche quello poco distante sul Sempione (Yamakawa): c’è quello  di alta gamma, l’all you can eat, quello più giovanile e quello col menù fisso per i lavoratori. Due di questi sono stati aperti uno di fronte all’altro.

Benvenuti lungo la via del sushi, il kilometro che unisce i comuni di Castellanza e Legnano in una escalation senza fine di nuove aperture di ristoranti giapponesi.

La tendenza che ormai prosegue da qualche anno ha trovato qui la sua massima espressione, affacciata sulla strada che porta all’A8 e dove tutto cambia rapidamente: stiamo parlando della via per Busto/via per Saronno.

Recentemente ha chiuso Fuddrukers ad esempio, il panino soccombe e il pesce crudo vince. Hanno chiuso i compro oro dell’esageratissimo Mirko Rosa, ha chiuso il ristorante Dalla che aveva il tricolore nell’insegna (al suo posto l’ultimo nato tra i sushi sulla Saronnese). 

La storia commerciale di questa strada è uno specchio nel quale si riflette chiaramente cosa siamo diventati, quali gusti animano il nostro palato.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 12 giugno 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore