Serpente nella palestra dello scientifico, lo recuperano i pompieri

L’animale rimesso in libertà dai vigili del fuoco sulle rive del Tresa. Non è velenoso, ma anzi utile perchè si nutre di vipere

Prima i pipistrelli alle elementari di Voldomino. Poi una biscia allo scentifico Sereni. Le scuole varesine sempre più simili agli zoo? Niente affatto; anzi, fortunatamente, questi animali, che vivono in ecosistemi abbastanza delicati sono presenti nella nostra provincia, e a volte si introducono dove non dovrebbero, magari alla ricerca di tranquillità.
Proprio come ha fatto la biscia che questo pomeriggio, 3 maggio, ha fatto capolino in uno scantinato della palestra in via Ciro Menotti, pertinenza del liceo scientifico Vittorio Sereni di Luino. Gli operai che stavano lavorando alla risistemazione della struttura avevano notato l’animale entrare nella palestra, per poi scomparire.
A quel punto sono stati avvisati i vigili del fuoco che verso le 15, attrezzati all’occorrenza, si sono messi alla ricerca dell’animale. Il “bilordone” – ma si chiama biacco o “Coluber viridiflavus” – in efffetti c’era, rintanato tra una piastrella rotta e del legname, in un sottoscala.
I pompieri hanno così utilizzato un lungo ferro con una sorta di uncino, per accalappiare l’animale, finito prima in un secchio, poi sulla riva del Tresa. Questo rettile, infatti, è amante dell’acqua e delle zone umide. E’ molto utile perché “si nutre principalmente di altri rettili quali lucertole o addirittura vipere, non disdegna le uova di piccoli uccelli o piccoli anuri come rane e rospi (da wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Coluber_viridiflavus)”.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.