Spettacolo Frangilli: è in finale individuale

Il campione di Gallarate sfiderà il russo Tsyrempilov; Nespoli e Valeeva gareggeranno per il bronzo. Presto fuori la neoprimatista mondiale Bouillot

Brilla la stella di Michele Frangilli nella terza giornata della World Cup di tiro con l’arco in corso di svolgimento a Le Bettole di Varese. Il portacolori gallaratese della Nazionale italiana è l’unico azzurro qualificato per disputare una finale individuale: questo il verdetto giunto dopo il tabellone a eliminazione diretta per tutte e quattro le specialità previste dal regolamento. Il varesino però non è stato il solo italiano a riscuotere consensi: bravi anche Mauro Nespoli e Natalia Valeeva che sabato torneranno in pedana per tentare di conquistare il bronzo.

Frangilli ha superato in scioltezza i primi due turni e poi ha dovuto sudare fino all’ultima freccia per aver ragione del russo Abramov, superato 103-102. Il campione gallaratese (foto)ha poi battuto i due francesi Girouille e Aubert. L’ultimo ostacolo per la medaglia d’oro sarà quindi il russo Tsyrempilov che in semifinale ha superato il bravo Mauro Nespoli il quale ha confermato l’ottimo momento superando quattro turni senza intoppi, l’ultimo dei quali contro il cinese Wu. Per lui ci sarà lo spareggio per il bronzo. Un cammino che non è stato seguito dagli altri due big azzurri: l’olimpionico Galiazzo è stato superato nei 16mi dal francese Aubert che ha avuto la meglio nello spareggio (le 12 frecce erano terminate 111-111); Di Buò è invece uscito subito di scena nel derby con Lunelli, poi eliminato da Van der Hoff (Olanda).

Nell’arco olimpico femminile bene l’italiana Natalia Valeeva giunta con quattro successi piuttosto netti fino ai quarti di finale dove ha incontrato la russa Boroday, sconfitta 107-94. Importante in particolare la vittoria contro l’ucraina Dorokhova che in precedenza aveva estromesso sia Perosini sia Lionetti. Niente da fare però in semifinale dove si è dovuta arrendere alla coreana Lee che in finale affronterà Erdiniyeva (Russia).

Parlando invece dell’arco compound, gli azzurri hanno raccolto poco. Il migliore è stato Antonio Tosco, che ha ceduto solo negli ottavi di un punto con lo svizzero Hofer. Ko anche Pagni, anch’egli fuori di un soffio contro il brasiliano Dos Santos. Il sudamericano gareggerà per il bronzo proprio contro Hofer, mentre la finalissima sarà disputata tra l’americano Gellenthien e lo spagnolo Jimenez.

Saranno Jamie Van Natta (Usa) e Petra Ericsson (Svezia) a contendersi la vittoria finale nel compound femminile. L’americana, recordman mondiale sulle 12 frecce, ha estromesso in semifinale l’iraniana Akram che era stata autrice della prima impresa di giornata quando ha eliminato la fresca primatista mondiale, la francese Bouillot. L’atleta asiatica se la vedrà ora con la belga Willems per conquistare la medaglia di bronzo.

Venerdì intanto gli arceri torneranno a sfidarsi per le gare a squadre. Qui l’attesa è alta soprattutto per gli azzurri dell’olimpico: Galiazzo, Frangilli e Di Buò partono infatti con i favori del pronostico e avranno dalla loro il tifo de Le Bettole.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.