Uboldo, un nuovo ricorso contro il risultato elettorale

Le liste di Centrosinistra e Centrodestra soddisfatte della protesta degli elettori con oltre mille schede bianche o nulle: «C’è un unico vincitore: l’astensionismo»

Centrodestra e centrosinistra faranno un nuovo ricorso contro le elezioni amministrative che hanno portato alla vittoria di Lorenzo Guzzetti. Entrambe le liste erano state escluse dalla commissione elettorale per vizi di forma nella presentazione delle domande. E il Tar aveva confermato questa decisione.
Il centrosinsitra aveva poi invitato i propri elettori ad annullare il proprio voto e così è successo per il 23 per cento dei voti, più mille schede sono state annullate o presentate bianche. I restanti voti, circa 3.700 su 8.100 aventi diritto al voto, hanno decretato vincitore Guzzetti, 25 anni, della lista civica Uboldo al centro.

«Ad Uboldo c’è un unico vincitore: l’astensionismo – È il Commento di Giovanni Tavecchia candidato sindaco del Centrosinistra, e vicesindaco uscente -. 53 elettori uboldesi su 100 hanno deciso di non andare a votare o di non ritirare la scheda delle comunali o di annullarla o riconsegnarla bianca. Quanto successo non si era mai verificato in passato, ed è la riprova che si è trattato di elezioni falsate. Anch’io sono uno dei tantissimi elettori del Centrosinistra che ha voluto esprimere il proprio dissenso per evidenziare il pericoloso vuoto democratico verificatosi ad Uboldo».
«Come anticipato – conclude Tavecchia -, a breve presenteremo ricorso al Tar, confortati dall’ottimo esito delle elezioni (solo 47% di voti validi), per chiedere ai giudici il ripristino della democrazia e permettere, quindi, a tutti gli elettori di Uboldo, non solo a una parte
minoritaria, di poter liberamente e consapevolmente scegliere i propri amministratori».

«Anche noi ci muoveremo in questa direzione – annuncia Luigi Clerici del Centrodestra -. Dopo l’insediamento del nuovo sindaco e avuti in mano i verbali daremo mandato ai nostri avvocati di fare un nuovo ricorso. È una situazione anomala e gli elettori hanno dimostrato che c’è qualcosa che non ha funzionato. Sarà difficile, ma noi lotteremo per ripristinare quello che è giusto, la possibilità di scegliere».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.