Troppe perdite, Ubs corre ai ripari

Il colosso bancario svizzero nel secondo trimestre 2008 ha subito una perdita di 358 milioni di franchi svizzeri, circa 221 milioni di euro

Ubs, il colosso bancario svizzero, ha annunciato di aver riportato nel secondo trimestre 2008 una perdita di 358 milioni di franchi svizzeri, circa 221 milioni di euro. Sul risultato avrebbero inciso perdite realizzate e non realizzate pari a 5,1 miliardi su posizioni di rischio residue, prevalentemente su esposizioni legate a titoli connessi al comparto immobiliare residenziale statunitense e ad altre posizioni creditizie.
Il colosso svizzero corre ai ripari e procederà a una radicale riorganizzazione della struttura di tutto il gruppo. E’ stata infatti decisa la separazione delle attività in tre divisioni autonome e verrà riorganizzato il sistema di incentivi ai manager,  più legati ai risultati conseguiti.
Nel frattempo l’organico dell’UBS è sceso a 81.452 unità a fine giugno, 2387 in meno rispetto a tre mesi prima. I tagli sono stati operati nella divisione banca di investimenti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore