Quantcast

Regali di Pasqua per i bimbi della Pediatria bustese

Le ragazze della YamamaY hanno fatto visita ai piccoli ricoverati portando uova pasquali e cappellini autografati; da generosi donatori sono poi giunti doni per la sala giochi, come schermi piatti, tv color, pc e una console Wii

Per i piccoli ricoverati nella Pediatria dell’ospedale di Busto Arsizio la Pasqua ha riservato tante sorprese. Stamattina, infatti, il reparto diretto dal dott. Roberto Giorgetti è stato visitato dalle atlete della squadra di pallavolo Yamamay. Le ragazze, che hanno portato il loro saluto a bambini e genitori facendo il giro di tutte le stanze, hanno distribuito ai bambini le tradizionali uova al cioccolato e hanno regalato cappellini rossi con tanto di autografi.

Per la Pediatria bustocca, però, le novità non sono finite qui. Sempre in occasione delle festività pasquali, grazie alla collaborazione con il Comitato Tutela Bambino in Ospedale, l’ipermercato Auchan di Rescaldina ha donato un televisore a schermo piatto per la sala giochi. L’iniziativa è stata fortemente voluta da Claude Vaugeois, direttore, e da Patrizia Braga, segretaria di direzione. Inoltre, i fratelli Davide e Silvia Paoliello hanno consegnato due tv color usati, mentre due pc di seconda mano sono stati portati, rispettivamente, dalla famiglia Chiarello di Samarate, e da iQuod Information Tecnology di Cassano Magnago. Sempre grazie all’intervento del CTBO, il reparto ha ottenuto una fornitura di libri per bambini da EDIBIMBI del GRUPPO EDICART di Legnano.
Il CTBO, che gestisce la sala giochi, ha scelto invece di regalare una consolle Nintendo Wii, mentre una rappresentanza della Polizia di Malpensa ha distribuito lunedì scorso altre uova pasquali.
Insomma, una serie di gesti generosi questi che evidenziano il legame tra ospedale e territorio e evidenziano la sensibilità verso il reparto e il tema del bambino ospedalizzato.

“Desidero ringraziare la squadra della Yamamay, che ancora una volta è venuta a farci visita e a portare allegria e regali ai nostri piccoli ricoverati – ha sottolineato il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera “Ospedale di Busto Arsizio” Pietro Zoia -. Inoltre, il pensiero va anche a tutti gli altri che hanno voluto donare qualcosa per la Pediatria a testimonianza dell’attenzione costante per il reparto e per i bambini degenti”.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 aprile 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore