Una petizione on-line per sospendere il pedaggio sull’A9

Parte da un pendolare l’idea di raccogliere le firme per chiedere alla società Autostrade di non far pagare nelle ore di punta, a causa dei disagi dovuti ai cantieri per la terza corsia

Una petizione on-line per chiedere di sospendere temporaneamente il pedaggio sull’A9. È la singolare proposta lanciata da una lettrice, Serena Barbieri, attraverso il sito www.chimiaiuta.com, che sostiene e certifica questo tipo di iniziative. Motivo della richiesta sono i lavori che da mesi si stanno eseguendo per l’allargamento dell’autostrada, con tanto di nuovi svincoli in diversi punti del tratto stradale.
«L’autostrada A9 è, da mesi, sede di cospicui lavori atti ad aggiungere una carreggiata alle attuali presenti, in entrambi i sensi di marcia – si legge nella motivazione delle petizioni -. Tali lavori creano disagi rilevanti alla circolazione, che è particolarmente difficoltosa, rendendo un’impresa raggiungere il posto di lavoro in tempi ragionevoli a chi è costretto a percorrerla quotidianamente da pendolare».
Nel mirino della lettrice i limiti di velocità: «Sono scesi quasi per tutta la lunghezza del percorso a 80 km/h, con minimi anche di 60 Km/h, declassano di fatto l’autostrada a meno di una provinciale. La continua presenza di autovelox e di controlli mirati della Polizia Stradale, non consentono di recuperare mai il tempo perduto nei tratti in colonna, neppure con una minima e ragionevole violazione del limite. E’ previsto che il lavori dureranno ancora anni».
In conclusione viene chiesto alla Società Autostrade «di abolire temporaneamente il pedaggio dell’autostrada, almeno nelle ore di punta, a compensazione dei disagi ingenti e prolungati arrecati agli Utenti e del danno biologico da stress legato alla continua e tesa osservanza dei limiti di velocità davvero bassi». .

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 marzo 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore