Arrestato nella notte uno spacciatore

Si tratta di uno studente che gestiva un giro di spaccio a Rancio Valcuvia, in una zona boschiva: è stato catturato mentre consegnava le dosi

Intenso lavoro per i Carabinieri di Cuvio che, insieme ai militari di Maccagno e Luino, hanno arrestato nella notte ( fra mezzanotte e le due di sabato) un diciannovenne studente residente a Cuveglio. 

I Carabinieri di Cuvio avevano acquisito la presenza di un sospetto andirivieni di ragazzi in orario notturno in una zona isolata che si trova dietro una serie di esercizi commerciali a Rancio Valcuvia. Negli ultimi giorni i militari avevano monitorato dei movimenti sospetti anche a Cuveglio, nei pressi dell’abitazione del giovane che è stato arrestato nella notte . Presumendo che quest’ultimo detenesse sostanza stupefacente data la presenza di persone controllate (che per lo più erano note come assuntori), nella serata di ieri, dopo un paio di ore dedicate ad osservare i movimenti nell’ area, i carabinieri hanno deciso di effettuare un blitz sui luoghi scelti dall’ accorto spacciatore per fornire i coetanei di hashish. La zona era un’area boschiva di Rancio Valcuvia che lambisce una serie di esercizi commerciali e di supermercati che durante il giorno ospitano famiglie normali impegnate a provvedere ai bisogni domestici, ricorrendo così ai bazar ed ai supermarket, lì stanziati. Invece, di sera, l’area – trovandosi vicina a bar e ritrovi di ragazzi in cui è possibile ascoltare musica – diventava l’ideale per la vendita di sostanze illegali. L’oscurità e le difficoltà ( i carabinieri non potevano avere accesso senza essere notati) facevano, insieme al bosco, che doveva essere un eventuale via di fuga, da perfetta cornice per il commercio illegale ulteriore che si era insediato in zona. E proprio in questo luogo, i militari hanno acquisito ulteriori e maggiori riscontri dei loro sospetti. Infatti alcuni di loro nascosti sugli alberi, altri a distanza, grazie a teleobiettivi che permettevano di vedere senza essere visti , hanno partecipato da vicino alla transazione di droga e hanno scelto il momento giusto per intervenire mantenendo l’effetto sorpresa.
I carabinieri hanno bloccato lui e due giovani acquirenti ( che avevano solo la singola dose appena comprata) che si trovavano nell’area e così hanno passato al setaccio le pertinenze dell’abitazione del reo, rinvenendo e sequestrando: a casa, un bilancino di precisione, invece, sulla persona, gr.15 di sostanza stupefacente di tipo hashish, suddivisa in numero di sei pezzi confezionati con cellophane trasparente e pronti per essere ceduti .
Ai polsi dell’uomo sono scattate le manette e l’arrestato è stato accompagnato presso il carcere dei Miogni a disposizione del Dott. Tiziano Masini. Ora lo studente fino ad ora incensurato dovrà rispondere di cessione di sostanza stupefacente.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 aprile 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore