Quel “binario” sulla strada, colpa dell’ADSL

A segnalare il disagio, una lettera aperta ai sindaci firmata da Roberto Zigliani della Pro Loco Brezzo di Bedero: “Pericoloso per ciclisti e motociclisti”

Le passeggiate a nord della provincia continuano a far discutere. Dopo la segnalazione dei problemi nelle gallerie tra Luino e Maccagno, ecco un altro lettore che denuncia la pericolosità di un tratto stradale particolarmente frequentato dai ciclisti. Il tutto viene raccolto in una lettera aperta agli amministratori locali del Luinese

Galleria fotografica

Quello strano solco sulla strada 4 di 11

solco luinese adslCome andare a piedi da Luino a Maccagno è diventato troppo pericoloso, altrettanto lo è andare in moto o bicicletta nei comuni di Luino, Germignaga, Brezzo di Bedero e Portovaltravaglia.
Sui comuni sopracitati con l’arrivo e la relativa messa in posa della linea veloce ADSL sono stati effettuati dei tagli di asfalto ed introdotto le tubazione delle linee per la ricezione del segnale internet.
Le strade interessate sono dalla Via Lugano, strada comunale che arriva da Fornasette che poi dalla rotonda sul lago va fino a Portovaltravaglia.
Oltre al fatto che questi tagli hanno attraversato le corsie in modo irregolare e verticale, in pratica il taglio è stato realizzato nello stesso senso di marcia e si è venuta a creare una specie di rotaia altamente pericolosa per i veicoli che ci transitano in modo particolarmente serio a ciclisti e moto ciclisti.
Il relativo ripristino del manto stradale è stato effettuato con del calcestruzzo che una volta assestato ha lasciato un sobbalzo nella corsia che in alcuni punti raggiunge anche i 3 cm di profondità.
Al momento non essendo presenti dei cartelli che indicano il pericolo non sono nemmeno presenti dei cartelli che indicano un cantiere aperto, chiunque arriva e si inserisce nella buca rischia di cadere e magari investi da veicoli che arrivano dal senso opposto.
Inoltre con l’arrivo della stagione turistica ci sarà un incremento di veicoli sulle strade e conseguente aumento del pericolo per ciclisti e motociclisti e comunque non è un bel biglietto da visita per la tanto rinomata Costa Fiorita.
In seguito alla mia segnalazione vogliate prendere provvedimenti seri e urgenti senza attendere di dover leggere i nomi di qualche sfortunato, ma adottare interventi che non si limitino a posare i cartelli in modo da lavarsene le mani ma di far ripristinare e rendere responsabili gli autori dei lavori mal effettuati.

Cordialmente
Roberto Zigliani
Pro Loco Brezzo di Bedero

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 27 aprile 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Quello strano solco sulla strada 4 di 11

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore