Un’adunata per “salvare” il Parco Rto

Per il gruppo Progetto Castiglione la situazione per l’area verde è diventata insostenibile: “Situazione insostenibile, parco abbandonato, e non è una questione di soldi”

Il Parco che vogliamo”. È il titolo della mobilitazione che si sta organizzando a Castiglione Olona in difesa del Parco Rile Tenore Olona. L’appuntamento è per il 4 settembre ed è organizzato dal gruppo Progetto Castiglione definendolo “un’adunata in soccorso del Parco Rile Tenore Olona”, alle 10 al sentiero della Giazera, all’antica ghiacciaia naturale, ritrovo in via Leonardo Da Vinci
(ex tiro al piattello). Sentiero che è stato pulito, anche solo parzialmente, da volontari e Consiglieri Comunali di Progetto Castiglione.
 
«Non possiamo più stare a guardare – spiegano -. Il Parco RTO ha bisogno di aiuto e non si tratta di soldi, per una volta, ma di volontà. Progetto Castiglione rompe il ghiaccio e chiama a raccolta tutti coloro che amano il Parco, che non si rassegnano e che hanno qualcosa da dire e da fare in soccorso di un territorio inspiegabilmente dimenticato da tutti».
Ecco quindi l’appello: «Se anche tu hai a cuore il parco Rto, se anche tu condividi gli obiettivi e i motivi per i quali il parco è nato e se non accetti che, senza spiegazioni plausibili, il parco venga abbandonato a se stesso, domenica 4 settembre, non puoi mancare. Un luogo finora ignoto per gridare cose ben note a tutti. Un programma semplice per una mattinata importante».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 agosto 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore