All’asilo i bambini abbracciano l’albero, l’assessore rassicura: “Eviteremo il taglio”

L'albero vicino all'edificio è sotto accusa dopo il nuovo cedimento di un controsoffitto. Cinzia Colombo incontra le mamme e smentisce l'ipotesi di un taglio

Mamme e bambini "abbracciano" l’albero, l’assessora all’ecologia Cinzia Colombo rassicura: «Non lo taglieremo». Dopo il cedimento del controsoffitto nei giorni scorsi, le "accuse" all’albero come causa indiretta, i genitori dell’asilo di Arnate si sono mobilitati in difesa del verde interno all’asilo: l’incontro con la rappresentante della giunta Guenzani è avvenuto davanti alle scuole materne, nel pomeriggio: prima la protesta-abbraccio in giardino, poi l’incontro davanti all’ingresso. «Sono venuta a rassicurarvi: stiamo verificando altre strade che non prevedano l’abbattimento dell’albero» ha spiegato l’assessora Colombo, correggendo il tiro rispetto alla prima dichiarazione del suo collega Luigi Colombo (lavori pubblici) che ipotizzava un taglio come soluzione drastica per evitare l’intasamento delle grondaie e le infiltrazioni d’acqua. La dichiarazione di Luigi Colombo ha creato qualche malumore, sia tra i partiti, sia in giunta, tanto che anche il sindaco Edoardo Guenzani si è affrettato a escludere interventi drastici.

Alla fine è stata l’assessora alla partecipazione ed ecologia a "metterci la faccia" per convincere il gruppetto di genitori che ha lanciato anche una raccolta firme. Cinzia Colombo dice che si vuole evitare l’abbattimento e spiega: «Ci è stato segnalato come altri abbattimenti abbiano avuto conseguenze negative su illuminazione e surriscaldamento delle aule, lo teniamo in contro. Non escludiamo una potatura dell’albero, limitata al necessario». Dopo le polemiche relative allo stato della scuola materna, Cinzia Colombo ricorda che «abbiamo trovato varie problematicità, ereditate dal passato, che stiamo cercando di risolvere»: «le scuole hanno la priorità».

L’intervento "sul posto" dell’assessora, il dialogo con i genitori, sembra aver placato un po’ la protesta. Anche se sicuramente l’attenzione rimarrà alta: mentre i loro bimbi tengono i mano i cartelli ("Ehi tu, il nostro albero non va giù" e "Vogliamo una scuola sicura e trasparente"), le mamme guidate da Michela Mariotto continuano a raccogliere firme tra i genitori, per chiedere attenzione alla scuola e salvaguardia del verde intorno.
Intanto c’è da registrare anche la proposta dell’associazione Buon Vicinato che ha ipotizzato una convenzione che coinvolga i genitori nella cura della scuola.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 maggio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore