Condannati gli spacciatori scovati da “Le Iene”

Spacciavano nei boschi tra Busto, Gallarate e Legnano ed erano diventati famosi grazie al servizio in tv. Questa mattina sono arrivate le pene per l'uomo del machete e per "Simon" che si buttò nel lago per sfuggire alla Polizia

Sei anni e 7 mesi per Abdel Akim Kenta Serif, l’uomo col machete del filmato de Le Iene (foto a sin.) nei boschi dello spaccio tra Gorla Minore e Gorla Maggiore, 5 anni invece a Hassan El Khaiaty (noto nell’ambiente come Simon) passato alle cronache per essersi buttato nel lago ghiacciato di Ghirla pur di sfuggire all’arresto. I due spacciatori dei boschi hanno ricevuto, dunque, dure condanne da parte del collegio giudicante presieduto dal giudice Adet Toni Novik del Tribunale di Busto Arsizio al termine del processo che li vedeva accusati di spaccio di sostanze stupefacenti.

I loro volti vennero immortalati per la prima volta dalle telecamere della nota trasmissione Mediaset che si

 intrufolò con una troupe nei boschi tra Basso Varesotto e Alto Milanese per raccontare una realtà che tutti conoscevano ma che pochi avevano osato affrontare, la fitta rete di spaccio di cocaina ed eroina nei pochi ma fitti boschi a cavallo tra le due province. La realtà che emerse grazie alle indagini del commissariato di Gallarate fu sconvolgente per l’organizzazione, l’alto numero di clienti e la quantità di droga smerciata in una giornata.  Per i due, difesi dagli avvocati Cesare Milani (Scerif) e Marco Calanca (Simon), l’accusa rappresentata in aula dal pubblico ministero Raffaella Zappatini aveva chiesto pene superiori ma i giudici hanno accolto la tesi della difesa che chiedevano l’applicazione delle attenuanti generiche. I due, una volta espiata la pena, dovranno essere espulsi dal Paese.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.