Sciopero bianco all’Einaudi: «Chiediamo attenzione»

Da mercoledì, anche gli studenti divisi nei tre plessi si asterranno da lezioni e verifiche. Fino a venerdì faranno lezioni autonome e si prepareranno allo sciopero di sabato

 Contro i tagli alla scuola ma anche per rivendicare una sede più dignitosa. I ragazzi dell’Einaudi di Varese hanno deciso questa mattina in assemblea di attuare uno sciopero bianco. Da domani, mercoledì 21 novembre, sino a venerdì, gli studenti si asterranno dalle lezioni, faranno studio autonomo e prepareranno cartelloni e striscioni in vista dello sciopero di sabato 24 novembre indetto da Cisl, Uil, Gilda e Snals.

«Vogliamo far sentire la nostra voce – racconta il rappresentante degli studenti dell’Einaudi Simone –  Raccogliamo il testimone dal Manzoni e proseguiamo nella protesta, tenendo accesi i riflettori. Noi, però, abbiamo anche una situazione particolare che vogliamo denunciare. Il nostro è l’unico istituto su tre sedi diverse. Fino allo scorso anno, una sede aveva continui problemi di riscaldamento: ora siamo ospitati in un edificio migliore, quello in via Zucchi, ma le altre due sedi, di via Goldoni e via Como, hanno comunque parecchi problemi, soprattutto nell’offerta dei laboratori. Inoltre ci manca una sala dove poterci riunire e confrontarsi: così sparsi è difficile organizzarci. Siamo consapevoli che non si risolve il problema della scuola pubblica con uno sciopero bianco, ma abbiamo questa possibilità e dobbiamo sfruttarla per far conoscere a tutti ciò che pensiamo e ciò che vogliamo».

Contro i tagli, contro il ddl Aprea ma anche contro la diffusa sensazione che l’Einaudi è la Cenerentola tra le scuole cittadine: «Vorremmo più attenzione e più considerazione» conclude Simone con la mente già alla tre giorni che lo attende. 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.