Vitucci: “Risposta importante”

Il coach non vuole sentir parlare di squadra leggera e spiega: "Nell'intervallo abbiamo trovato la strada vincente". Voto alto a Rush: bella scoperta

Frank Vitucci approfitta dei microfoni del Lauretana Forum per esprimere, oltre alla giusta soddisfazione per l’ennesima vittoria stagionale, anche un pensiero chiaro, tondo e definitivo sulla sua squadra. A chi definisce la Cimberio “squadra leggera e spensierata” il coach veneto risponde così: «Alcuni ci descrivono come sbarazzini ma non sono d’accordo su questa definizione. Non siamo e non siamo mai stati una “Vispa Teresa”: affrontiamo tutte le partite con grande attenzione così come gli allenamenti. Mi dà fastidio sentire dire che abbiamo la testa leggera e che siamo senza pensieri. Se fossimo leggeri gli avversari ci falcerebbero come è giusto che sia».
Parole da capolista vera per Varese quindi, anche se l’Angelico (cui Vitucci ha fatto un sincero in bocca al lupo) per mezza partita ha retto bene il confronto. «Ci abbiamo messo un po’ a capire qual era la strada giusta per centrare il risultato. Nel primo tempo abbiamo fatto un po’ di confusione e in qualche situazione, compreso a rimbalzo, non siamo stati abbastanza presenti. Nell’intervallo però ne abbiamo parlato e i ragazzi hanno applicato al meglio quello che avevamo preparato in settimana. La difesa è migliorata, è stato cercato di più Dunston che ha fatto una gara monumentale e abbiamo dato una risposta importante, fatta di mentalità, solidità e collettivo».
Poco male quindi se qualche giocatore in attacco non ha brillato o se la squadra ha sbagliato 11 tiri liberi. «Le percentuali sono state comunque discrete. E poi per me il parametro di riferimento per giudicare i giocatori (si parla in particolare di Polonara e Sakota ndr) non è il numero di canestri segnati. Chi ha realizzato poco ha comunque dato un contributo importante in difesa: ho voluto dirglielo perché nessuno si deve abbattere».

A tal proposito, Achille Polonara ritrova il sorriso nel dopo gara. «Per me la partita di oggi non è stata delle migliori – spiega il giovane lungo – Ho giocato sottotono in attacco e allora ho provato comunque ad aggiungere intensità in difesa». Sulla partita A-Killer dice: «Sapevamo che sarebbe stato difficile vincere a Biella: tutte le squadre vogliono battere la capolista e ci affrontano con il coltello tra i denti. L’Angelico inoltre deve muovere la classifica e quindi aveva stimoli ulteriori. Dopo l’intervallo però abbiamo difeso meglio e tutto è diventato più semplice anche in attacco». Settimana prossima a Masnago arriva Sassari per un match che vale la vetta. «Ora ci prendiamo un giorno e mezzo di riposo e distacco dal basket, poi torneremo in palestra per prepararci al meglio. Dopo due vittorie in trasferta non vediamo l’ora di giocare di nuovo davanti al nostro pubblico, che anche questa sera ci ha dato un grande aiuto».

PAGELLIAMOSakota 6 (Sbaglia tanto, ma all’inizio segna i tiri che pesano); Banks 6,5 (Ottimo primo quarto, poi esce un po’ dai radar ma il contributo lo ha già dato); Rush 7 (Vitucci gli dà fiducia, lui ricambia con difesa arcigna e punti utili); Talts 6 (I falli lo perseguitano, presente a rimbalzo); De Nicolao 6,5 (Avvio soft, poi entra in ritmo e guida bene i compagni); Green 6,5 (Talvolta è troppo supponente, però l’impatto sulla gara è innegabile anche se le percentuali non scintillano); Ere 6,5 (Cerca a lungo soluzioni forzate, poi cresce in difesa e fa meglio anche in attacco; Polonara 5,5 (Non segna e si arrabbia, compensa con l’intensità in retroguardia); Dunston 8,5 («I come Iradiddio» direbbe l’Attila di Abatantuono. O come «Inarrestabile»).

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.