Mondiali femminili 2014, le finali a Milano

Presentata oggi nella sede di Expo 2015 la prossima edizione della rassegna iridata, interamente ospitata dal nostro paese: si giocherà dal 23 agosto al 10 settembre in 6 città. Al Mediolanum Forum le gare decisive

È stata presentata oggi a Milano, presso la sede di Expo 2015 in via Rovello, l’edizione 2014 dei Mondiali di pallavolo femminile, la prima in assoluto ospitata dall’Italia, che per la terza volta in un quadriennio si prepara a ospitare un grande evento internazionale di volley dopo gli Europei del 2011 e, soprattutto, i Mondiali maschili del 2010. Rispetto a quell’appuntamento sarà una manifestazione meno faraonica e dispendiosa, come ha ricordato il presidente della FIPAV Carlo Magri: "Oggi sono meno emozionato di allora, magari sono un po’ preoccupato, ma contento e ancora più determinato. Ci vuole coraggio oggi a caricarsi sulle spalle un evento così, ne sono orgoglioso e ringrazio la FIVB, che ha tenuto conto del nostro momento difficile e ci ha aiutati". Mentre il presidente del comitato organizzatore, Carlo Salvatori, ha parlato di "rigore, equilibrio e prudenza", oltre che di trasparenza su ricavi e spese.

I Mondiali si svolgeranno dal 23 agosto al 10 settembre 2014 in sei città: Bari, Milano, Modena, Roma, Trieste e Verona. Come già annunciato, sarà proprio Milano a ospitare le semifinali e le finali al Mediolanum Forum di Assago. Piuttosto complessa la formula: le 24 squadre partecipanti (tra cui l’Italia, che disputerà il girone iniziale nella capitale e la seconda fase probabilmente a Bari) saranno inserite in 4 gironi da 6 squadre ciascuno. Le prime 4 di ogni gruppo passeranno alla fase successiva, dove saranno suddivise in altri due gironi da 8. Infine, altri due gironi da 3 per conoscere le semifinaliste. Presentati oggi anche il logo della manifestazione e la coppa: quella originale, in titanio, resterà alla FIVB, mentre alle formazioni vincenti ne sarà consegnata soltanto una copia.

"Il Mondiale in Italia si sposa bene con un gran risultato – ha detto sorridendo il neo-commissario tecnico della nazionale Marco Mencarelli – la motivazione sarà altissima e l’entusiasmo quello giusto, anche se per noi sarà solo una tappa di un percorso verso le Olimpiadi. La squadra? Vedrò di inserire le giocatrici giuste, perché l’esperienza si fa stando nel sestetto titolare e non in panchina". André Meyer, massima autorità del volley europeo e vicepresidente FIVB, ha ricordato che per la prima volta sarà l’Europa a ospitare entrambi i Mondiali, maschile e femminile. E Giuseppe Sala, ad di Expo 2015, ha fatto gli onori di casa: "La pallavolo femminile è un esempio di movimento vincente, spero sia di sprone per realizzare un’altra operazione di successo come la nostra".

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Aprile 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.