Ciclisti “impallinati” sul sentiero da un cacciatore sbadato

Il racconto della vittima dell'incidente, un 49enne di Cardano al Campo, in gita con la moglie: "Ha sparato senza guardare e dà la colpa alla fatalità: mi ha preso alla gamba, mi fa ancora male"

Una bella passeggiata in bicicletta conclusa con un grosso spavento e un bel po’ di dolore. Due ciclisti, lui 49 anni, lei 50, stavano percorrendo il sentiero dello Strona nel tardo pomeriggio di mercoledì 25 settembre, quando l’uomo è stato impallinato ad una gamba da un cacciatore che mirava un leprotto, passata poco prima della coppia: «Eravamo in fondo alla discesa di Somma verso Vergiate, su un stradella carrozzabile – spiega la vittima dell’incidente, curato in ospedale a Somma Lombardo e giudicato guaribile in 5 giorni -. Io e mia moglie siamo stati "impallinati" da un cacciatore che, senza vedere dove dirigeva il fucile, ha sparato ad un misero coniglietto. Dopo essere stato trasportato in ambulanza all’ospedale di Somma, grazie a Dio è stato riscontrato che il pallino è uscito dalla gamba, anche se mi fa male: mi farò vedere ancora. Mia moglie è stata ferita di striscio». L’uomo ha sporto denuncia ai carabinieri, arrivati sul posto per verificare la dinamica: i militari hanno controllato che il cacciatore, accompagnato da un amico, avesse tutti i permessi e si trovasse in un’area autorizzata per la caccia.

«Autorizzato o meno ha sparato senza guardare – prosegue il 49enne ferito – e non gli hanno nemmeno sequestrato il fucile. Oltretutto con me a terra dolorante quel simpaticone ha pensato prima ai suoi cani e poi a chiamare l’ambulanza. Per quanto dovremo ancora subire questi assurde pratiche cosiddette "sportive" a danno di quanti vogliono godersi in pace la natura? Ho abbandonato la moto da enduro perchè inquina, distrugge i sentieri e spaventa gli animali (così mi dicevano i cacciatori). Ora vado in bici, finalmente sono "a norma”. Ma possono esistere cacciatori che possono sparare alla cieca e se va male… è colpa della fatalità? Se circolo in auto con la revisione scaduta mi ritirano il libretto, se sparo ad una persona pensate che mi ritirino l’arma? Sbagliato!».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Settembre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.