Farmaci importati illegalmente, scattano sequestro e denuncia

Sequestrate ad un passeggero proveniente dal Cairo 50 scatole di medicine varie, tra cui anche "finto Viagra ", compresse e flaconi contenente sildenafil

C’era anche una grande quantità di finto Viagra, tra i farmaci importati illegalmente scoperti dalle Dogane e dalla Guardia di Finanza di Malpensa: i funzionari dell’Ufficio delle Dogane e i militari delle Fiamme Gialle hanno sequestrato complessivamente  50 confezioni di prodotti medicinali (per un totale di 463 pezzi) privi di autorizzazione all’importazione. I farmaci sono stati scoperti nel bagaglio di un passeggero egiziano proveniente dal Cairo.
Tra i farmaci sottoposti a sequestro, oltre a compresse e flaconi gel contenenti sildenafil (il cui nome commerciale più diffuso è appunto Viagra), sono state rinvenute circa 200 compresse contenenti tramadolo, sostanza contenuta in antidolorifici ma che è anche "inserita nella tabella II delle sostanze stupefacenti del D.P.R. 309/90", specificano dalle Dogane. L’uomo è stata denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Busto Arsizio.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.