Sei comuni “cavie” per la gestione della nuova contabilità

Malgesso, Origgio, Castronno, Uboldo, Bardello, Dumenza, Venegono Inferiore hanno aderito alla proposta di Upel per sperimentare la nuova gestione contabile che sarà obbligatoria da gennaio

Sperimentazioni locali Risorse scarse, vincoli di spesa e incertezza normativa: in questo contesto dal primo gennaio 2014 i Comuni dovranno adottare un sistema contabile nuovo come previsto dal decreto legislativo 118/2011, e in questo passaggio Upel aiuterà i Comuni del territorio di sperimentare da subito l’applicazione con il supporto degli esperti in materia.
Gli Enti sul territorio che hanno aderito all’iniziativa – come suggerito da Upel nelle sue circolari – entro il 30 settembre partecipando alla fase di sperimentazione potranno ottenere la riduzione dei vincoli imposti agli enti locali in tema di patto di stabilità interno e spesa per il personale. Si tratta di Malgesso, Origgio, Castronno, Uboldo, Bardello, Dumenza, Venegono Inferiore.

«La nuova normativa è stata prevista per armonizzare tra loro i sistemi contabili degli enti pubblici per renderli più flessibili e più trasparenti alle verifiche, ma per farlo, oltre a modificare concetti basilari come competenza finanziaria, residuo, avanzo di amministrazione, introduce nozioni inedite e nuove metodologie di calcolo, come il fondo pluriennale vincolato o il fondo svalutazione crediti – spiegano da Upel -. Proprio per supportare gli Enti locali nel passaggio in un momento così incerto Upel porterà a Varese un caso che ha fatto scuola: la sperimentazione del comune di Andora, in Liguria».

Il 2 ottobre, dalle 9 alle 14,30 nella sede di Varese (via Como 40), Selene Preve, responsabile del settore finanziario del Comune ligure, presenterà i risultati dell’applicazione preventiva della rivoluzione dei bilanci obbligatoria da gennaio a sindaci, assessori, consiglieri, segretari comunali e funzionari del settore finanziario. Seguirà l’intervento di Michele Tassara, responsabile del settore finanziario del comune di Pietra Ligure. L’appuntamento sarà particolarmente utile ai Comuni che vorranno provare a replicare subito l’esperienza, anticipando dunque l’entrata in vigore del D.Lgs.

«L’incontro si pone l’obiettivo di analizzare i punti cardine su cui ruota la riforma contabile da un punto di vista pratico ed operativo, grazie all’esperienza maturata nel corso della sperimentazione, per consentire agli Enti di trovarsi preparati alla sua entrata in vigore prevista all’inizio dell’anno prossimo», spiegano Alessandro Vedani e Claudio Biondi, presidente e direttore di Upel Varese. Seguirà giovedì 4 ottobre un focus sulla riforma degli appalti pubblici, in base alle nuove direttive dell’Unione Europea che sono ormai prossime all’approvazione. Dalle 14 alle 17 nella sala “Martini” del Centro Servizi Fiera Milano Rho Upel in collaborazione con Unitel (Unione Nazionale Italiana Tecnici Enti Locali), nell’ambito del MADEexpo, ha organizzato un convegno per illustrare i cambiamenti nel rapporto tra le pubbliche amministrazioni e le imprese.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 01 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.