Santo Stefano in Collegiata dedicato ad Eugenio Cazzini

La messa del mattino del 26 dicembre per ricordare lo storico archivista della Collegiata. L'arciprete don Ambrogio Cortesi renderà pubblico un inedito carteggio. Aperto anche ai visitatori il vicino museo

Una messa di Santo Stefano dedicata al centenario della nascita di Eugenio Cazzini, archivista storico della Collegiata scomparso nel 1988. La decisione è stata presa dall’arciprete don Ambrogio Cortesi che sul proprio blog Io amo Castiglione racconta anche chi era Cazzini: «Il 26 dicembre 1913 in una corte del centro storico di Castiglione Olona nasceva il nostro illustre concittadino Eugenio Cazzani, che fin dai primi anni di vita poté così assimilare come da viva sorgente l’amore per un glorioso passato artistico e religioso. Vale la pena ricordare chi fu questo "autodidatta di forte ingegno, divenuto col tempo indiscussa autorità nel campo della storiografia e dell’archivistica" (cit. mons. Bruno Bosatra). Eugenio Cazzani, dopo essere stato ordinato sacerdote, poté conseguire il diploma in archivistica-paleografia-diplomatica presso l’Archivio di Stato di Milano; condusse fruttuose ricerche nel campo della storiografia locale e per il riordino e la catalogazione degli archivi parrocchiali. In quest’ultimo campo fu un vero pioniere. A motivo di questa sua instancabile opera, nel 1981 fu insignito del titolo di dottore honoris causa dell’Ambrosiana. Terminò la sua giornata terrena il 19 settembre 1988».

Ed ecco perche è Don Ambrogio ha deciso di dedicare a quest’uomo la messa del 26 dicembre in Collegiata: «Non può passare inosservato nella città di Castiglione Olona il centenario della nascita di un così illustre cittadino, che ci ha lasciato tra le sue opere il monumentale: "Castiglione Olona nella storia e nell’arte", volume tornato ad essere disponibile grazie alla sua recente seconda edizione. La parrocchia Beata Vergine del Rosario lo ricorderà con una santa Messa Solenne in Collegiata alle ore 10.30. Si tratta invero di un incontro tradizionale per i parrocchiani che, incuranti del gelo, risalgono alla "Chiesa di Castello" per la festa patronale di Santo Stefano».

In questo contesto, così sentito dalla comunità, l’Arciprete don Ambrogio Cortesi, renderà pubblico un carteggio inedito, recentemente scoperto nell’Archivio Diocesano Milanese, che svela i profondi legami che intercorsero nel 1941 tra l’Arciprete Mons. Antonio Barili ed il cardinale di Milano, Beato Alfredo Ildefonso Schuster, a riguardo dell’allora giovane prete don Eugenio Cazzani determinando in certa misura il suo futuro di studioso.
Al termine della santa messa, la prevista apertura straordinaria del Museo della Collegiata, permetterà a tutti i presenti di osservare la nuova esposizione permanente di opere mobili. «Ci sarà dunque "tanta carne al fuoco" per gli appassionati cultori delle vicende storiche e delle tradizioni castiglionesi – conlcude Cortesi -. Ma non solo. Infatti, la santa Messa di Santo Stefano è anche l’occasione per ricordare un figlio dell nostra comunità morto tragicamente in un incidente stradale quindici anni fa: il giovane Antonello Marandola, cui viene intitolato da tempo il prestigioso trofeo estivo dei Cinque Campanili».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Dicembre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.