Maltrattamenti sulla compagna, arrestato Mirko Rosa

La denuncia della convivente dopo una violenta lite causata dalla presenza in casa di un gatto randagio ma i maltrattamenti andrebbero avanti da tempo. L'imprenditore avrebbe aggredito anche il padre di lei in caserma

L’imprenditore dell’oro Mirko Rosa è in stato di arresto con l’accusa di maltrattamenti nei confronti della convivente. L’arresto è avvenuto ieri, mercoledì, dopo l’ennesimo episodio di violenza da parte del 40enne noto per essere a capo della catena di negozi "Mirkoro" e già sotto inchiesta per presunte violazioni fiscali da parte della Procura di Busto Arsizio. Secondo una prima ricostruzione fornita dagli inquirenti i maltrattamenti nei confronti della compagna andrebbero avanti da almeno un anno e la denuncia di ieri non è altro che la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso. La donna, dunque, avrebbe denunciato l’episodio ai militari della caserma di Castellanza raccontando che il litigio sarebbe partito per la presenza in casa di un gatto randagio, probabilmente accolto tra le mura domestiche dalla donna, che non è piaciuta al Rosa. L’uomo, inoltre, si sarebbe anche presentato in caserma mentre la donna sporgeva denuncia e ne sarebbe scaturita una violenta lite con il padre della compagna, sedata dai carabinieri che hanno assistito alla scena. Mirko Rosa si trova ora in carcere mentre il sostituto procuratore Francesca Gentilini ha inoltrato al giudice per le indagini preliminari una richiesta di convalida dell’arresto, anche alla luce del fatto che in casa è presente anche un minore, figlio della coppia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 luglio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore