Perseguita la ex, il giudice gli vieta di avvicinarsi

Provvedimento d'urgenza per un 39enne che per 9 mesi ha tempestato la donna che lo aveva lasciato con telefonate, messaggi e appostamenti sotto casa. Suonava ripetutamente il citofono giorno e notte

Lei lo aveva lasciato ma lui non voleva rassegnarsi alla fine della loro relazione e così ha cominciato a perseguitarla al telefono, al citofono sotto casa, nei luoghi da lei frequentati. Le molestie sono andate avanti per 9 lunghi mesi, da gennaio fino a qualche giorno fa quando, in preda ad una crisi di ansia e con la paura che quell’escalation potesse finire nella maniera peggiore, ha denunciato quanto le stava accadendo ai carabinieri di Busto Arsizio che, dopo una breve indagine, hanno denunciato il 39enne italiano residente in zona, con alcuni precedenti di polizia, per il reato di atti persecutori.

Lo stalker perseguitava la vittima con telefonate, messaggi inviati col cellulare, arrivando addirittura ad appostarsi, in numerose occasioni, sotto l’abitazione della donna, suonando ripetutamente al citofono a tutte le ore del giorno e della notte. A quel punto la donna, in preda ad un grave stato d’ansia, si è rivolta ai Carabinieri bustocchi i quali, dopo aver raccolto tutti gli elementi del caso, hanno provveduto a denunciare all’Autorità Giudiziaria competente lo “stalker” richiedendo, contestualmente, l’emissione di una idonea misura cautelare per impedire il verificarsi di ulteriori episodi molesti: in tempi brevissimi il giudice per e indagini preliminari del Tribunale di Busto Arsizio ha emesso, perciò, nei confronti dell’uomo, la misura del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 25 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.