Lo strano caso di Roko Ukic

Mercoledì 18 (ore 19) la Openjobmetis giocherà in Coppa a Ostenda, in Belgio, senza il miglior giocatore, lasciato a casa per allenarsi. Senza spiegazioni ufficiali

Openjobmetis Varese - Falco Szombathely 94-71 fiba europe cup

Di Roko Ukic e del suo contratto a scadenza con la Pallacanestro Varese (che vorrebbe tenerlo, ma deve liberare spazio salariale) abbiamo già parlato in altre occasioni. Oggi però segnaliamo che il play croato, indiscusso leader della squadra di Paolo Moretti, non è partito per il Belgio dove mercoledì sera (ore 19 – diretta liveblog su VareseNews) la Openjobmetis affronterà Ostenda nella 4a giornata di Fiba Europe Cup.

E qui ci permettiamo di esprimere stupore misto a un po’ di rabbia. Ukic non è né squalificato né infortunato, ma resterà a Varese per lavorare con il preparatore atletico Marco Armenise per recuperare una condizione un po’ appannata nelle ultime uscite. O almeno questo si desume, perché da piazza Montegrappa non è arrivato uno straccio di comunicato a spiegare una situazione inconsueta.

CHE SENSO HA? La decisione di tenere a terra Ukic (e Armenise che è il preparatore “capo”: chi andrà in Belgio dovrà farne a meno…) non ha una logica, o meglio, se ce l’ha è comunque contestabile.

Si è scelto di non far partire Roko perché si ritiene che possa essere decisivo domenica contro Bologna? Bene, ma un giocatore non vince da solo una gara, e una partita – per quanto importante – non cambia le sorti del campionato a questo punto della stagione.

Si è scelto di non far partire Roko perché si ritiene che la gara di Ostenda sia talmente difficile che è inutile andarci a ranghi completi? Beh, ma allora perché si racconta di voler puntare a fare strada in Fiba Cup per prestigio e per soldi (il passaggio del turno garantisce un bel gruzzoletto)? E perché si chiede uno sforzo ai tifosi, e cioé di riempire il palazzetto in match ben poco intriganti come quelli del mercoledì?

Non vogliamo pensare a un altro scenario: che si pensi cioé che Varese possa vincere rinunciando a Ukic. Per carità, magari questo succederà (e ne saremmo felicissimi) ma lasciare a casa in partenza il miglior uomo non è certo il miglior viatico perché ciò accada.

Tra l’altro, lo ricordiamo un’altra volta, Ukic è stato ingaggiato per un numero “finito” di partite e percepisce uno stipendio alto (scontato rispetto alle sue richieste, ma ugualmente alto) per gli standard della Openjobmetis. Saltando una partita non per motivi fisici, il prezzo per “allacciata di scarpe” sale ulteriormente: in un momento di chiari di luna (ieri il Consorzio ha deciso di ripianare 400mila euro di buco della scorsa stagione) ciò equivale a buttare qualche soldo.

E I TIFOSI IN TRASFERTA? – Infine, ci mettiamo nei panni di chi – due mesi fa – ha prenotato un volo, un’automobile, un albergo per raggiungere Ostenda e fare il tifo per Varese. O in quelle persone che abitano in Belgio che da tempo hanno pensato di andare a seguire i biancorossi nel paese in cui studiano o lavorano. Parliamo, certo, di qualche decina di persone e non di una folla oceanica, ma proprio perché si tratta di poca gente ci pare una scelta di scarso rispetto quella di tenere a casa il giocatore migliore. Forse l’unico per cui vale davvero la pena pagare un biglietto in questo momento.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Novembre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da alessia

    Speriamo solo di non rimetterlo in forma per la prossima squadra in cui andrà a giocare scaduto il contratto con noi…

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.