Mazzette per scansare i controlli in azienda, 11 indagati

Un commercialista faceva ottenere a imprenditori verifiche pilotate, in cambio di denaro. Coinvolti anche due finanzieri

Carabinieri

Corruzione per verifiche fiscali pilotate, mazzette ai funzionari, cene nei ristoranti ai finanzieri corrotti, multe evitate e controlli addomesticati, probabilmente per coprire delle corpose evasioni fiscali. L’indagine sulle mazzette all’Agenzia delle entrate si è conclusa e la procura di Varese dovrebbe a breve chiedere il rinvio a giudizio per 11 persone: un commercialista, 2 funzionari dell’Agenzia delle entrate (un terzo indagato è nel frattempo deceduto), 2 agenti della guardia di finanza, e 6 imprenditori che si erano rivolti al commercialista per evitare i controlli veri.

In sostanza bastava pagare, e tutto andava a posto. Punto nevralgico del raggiro secondo le accuse sarebbe il commercialista di Varese, A. M., 63 anni, che provvedeva a contattare i “suoi” uomini: i tre dipendenti dell’Agenzia delle entrate (di cui uno è deceduto) un maresciallo e un brigadiere della guardia di finanza di Varese.

Le mazzette sarebbero state versate tra il 2008 e il 2009: al prezzo di  7.500, 12mila o 20mila euro  (a seconda della prestazione) si aveva la certezza di farla franca. L’indagine del pm Agostino Abate ha rivelato i finanzieri erano spesso a pranzo e cena nei migliori ristoranti della città, tutto offerto dal commercialista. Uno dei dipendenti delle Entrate era già stato arrestato dal pm Agostino Abate, in una prima tranche della stessa indagine.

Roberto Rotondo
roberto.rotondo@varesenews.it
Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Novembre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.