Vietati i botti, multe fino a 500 euro

Dal 28 dicembre vige il divieto sull’intero territorio comunale. Sanzioni raddoppiate se non si interrompono subito i giochi pirotecnici

Varie

C’entra il secco, lo spavento ma anche la mancanza di manualità che tanti, all’indomani delle festività, dimostrano di avere con fuochi artificiali, mortaretti e petardi. 

La conta dei feriti, anche gravi, a poche ore dai festeggiamenti del capodanno ne è prova evidente.

Per questo motivo il sindaco di Luino Andrea Pellicini ha emesso un’ordinanza con la quale si vieta dal 28 dicembre al 10 gennaio, e sull’intero territorio comunale, l’accensione di fuochi pirotecnici sia in luoghi pubblici che privati.

Questa decisione, come si accennava, sia per il perdurare dell’assenza di precipitazioni, che rendono particolarmente esposte a incendi le aree verdi in comune, sia per l’effetto che gli scoppi possono avere sugli animali domestici.

Le sanzioni vanno da 25 a 500 euro, con l’obbligo di interrompere immediatamente le accensioni. In caso contrario le sanzioni potranno anche essere raddoppiate.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Dicembre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.