“Gente di Gallarate”, la civica ‘territoriale’ pronta ad appoggiare Cassani

La nuova formazione s'ispira all'esperienza di "Gente di Rho", lanciata da Marco Tizzoni e poi estesa anche in altri Comuni dell'asse del Sempione

Gente di Gallarate

Una lista civica, per il campo del centrodestra, in rete (per così dire) con altre esperienze simili nel Nord Milano. È “Gente di Gallarate”, la nuova formazione a cui un gruppo di gallaratesi sta lavorando da qualche tempo e che è quasi pronta a presentarsi.

“Gente di Gallarate” segue l’esempio di “Gente di Rho”, la lista locale lanciata da Marco Tizzoni, commerciante rhodense divenuto “famoso” perché rifiutò il sostegno elettorale di personaggi ambigui identificati poi dalle inchieste come emissari della ndrangheta. Tizzoni forte di quell’episodio è entrato anche al Pirellone (con la Lista Maroni), ma nel frattempo ha creato appunto anche la sua lista civica di centrodestra, prima a Rho e poi replicata anche in territori vicini.

Ma come si muoverà “Gente di Gallarate”? «L’idea è costituire una lista civica, di Gallarate, seguendo la linea inaugurata da Tizzoni: una lista non legata a nessun partito, civica a tutti gli effetti» dice Carlo Vanoni, che insieme a Giorgia Tosato sta avviando l’esperienza gallaratese. Civica, ma anche con un’opzione chiara verso il centrodestra: «Una lista che sosterrà il candidato del centrodestra, Andrea Cassani in particolare» dice Vanoni, anticipando una sorta di endorsement per il candidato proposto dalla Lega e che oggi è ancora  al centro delle trattative nel centrodestra. «È un candidato giovane, che consideriamo ottimo e che ci auguriamo possa essere di tutto il centrodestra».

L’aspetto interessante, nell’operazione, è che “Gente di Gallarate” sarebbe anche una sorta di lista civica “territoriale”, nel senso che si muoverebbe come lista civica a livello locale, ma forte anche di una rete che coinvolge analoghi gruppi esistenti in altre realtà «Il progetto – spiega Marco Tizzoni – parte da lontano a Rho, con Gente di Rho: a partire dal successo di questa civica mi hanno chiesto un aiuto anche da altri paesi circostanti a Rho, così che si è attivato un network di liste civiche. Ogni lista civica ha il suo programma, ma c’è un rapporto di collaborazione, per condividere atti, competenze, studio» continua Tizzoni. Dopo l’esempio di Rho “Gente di…” ha avuto la sua declinazione locale anche nella cittadina di Bollate, a Pregnana, Novate Milanese, Arese, quest’anno anche Gallarate e Nerviano. «Tutto l’Asse del Sempione, interessante se si considera che l’anno prossimo si voterà anche a Legnano».

Tizzoni non è leghista («son stato in Forza Italia, poi mi sono accostato alla Lega ma con un profilo civico»), ma con la Lega ha un buon rapporto, a cominciare dall’esperienza attuale al Pirellone. Ora, l’operazione “Gente di Gallarate” potrebbe rappresentare un altro tassello per Cassani a Gallarate, a fianco della Lega Nord e di Gallarate Onesta, la “civica leghista” nata nel 2011 e riattivata per il 2016. «Ho alcuni amici a Gallarate, li ho contattati, ne sta venendo fuori un bel gruppo di giovani pronti a impegnarsi» spiega ancora Tizzoni.

L’idea è già a buon punto: «Settimana prossima una presentazione ufficiale del progetto di lista civica, anche per avviare la raccolta firme» dice il referente gallaratese Carlo Vanoni. «Gallarate ha preso una piega non certo bella, noi vogliamo cambiare».

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 22 febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore