“Il Pd non sa come giustificare il disastro di 5 anni”

I coordinatori dei partiti e liste civiche del centrodestra che sostiene Cassani rispondono al vicesindaco Pignataro

Presentazione Progetto Comune centrodestra Gallarate

«Il PD crede di aver chance di vittoria maggiori ripetendo la campagna elettorale del 2011 evidentemente non sa come giustificare ai cittadini di Gallarate il disastro fatto durante la loro amministrazione che negli ultimi 5 anni ha comandato in città» attaccano i segretari della coalizione di centrodestra che sostiene Cassani, vale a dire Andrea Zibetti (Lega Nord), Franco Liccati (Libertà per Gallarate), Sara De Micco (Lega Civica), Carlo Coscia Vanoni (Gente di Gallarate), Antonio Vinci (Gallarate Onesta), Moreno Carù (Forza Italia).È la risposta al vicesindaco Giovanni Pignataro, che da membro della segreteria Pd mercoledì ha criticato «l’asse Cassani-Caianiello», ovvero l’accordo ritrovato tra Lega Nord e Forza Italia, ma ha anche sottolineato le complesse manovre nel centrodestra (di questi giorni l’acceso dibattito dentro Fratelli d’Italia).

«Loro dicono di pensare alla “città intelligente” ma forse partono dal presupposto che i gallaratesi intelligenti non lo siano. Guenzani e il suo Vice prima di raccontarci quello che sperano di fare dal 2016 al 2021, deve prima render conto di ciò che non ha fatto dal 2011 al 2016, è ora che si assumano in toto la responsabilità politica dello scelte, o non scelte, fatte e non cercare sempre il refrain utilizzato sin dal primo giorno del loro insediamento cercando ogni inutile giustificazione nel passato, oggi il passato sono loro! Sono loro che dovranno essere giudicati dai cittadini! Noi non abbiamo timore di farlo»

Qui i segretari della coalizione Cassani si spingono oltre ipotizzando una ricostruzione sulla scelta di riconferma di Guenzani: «Si capisce il la delusione di Pignataro, che già forse ambiva di fare il Sindaco cinque anni fa e che in questi anni da assessore e vicesindaco, avvallando ogni scelta del vero assessore all’urbanistica di oggi e di 30 anni fa, ovvero il Sindaco Guenzani, ha azzerato ogni possibilità di sviluppo per la città di Gallarate».

«Se si chiede a qualsiasi gallaratese se ritiene che negli ultimi 5 anni la città sia diventata più insicura, chiunque risponde di “sì”; se si domanda se è diventata più sporca, chiunque risponde di “sì”; se si chiede quale opera pubblica significativa è stata costruita, la gran parte non sa dare una risposta. Leggendo le imbarazzanti dichiarazioni del Vice Sindaco, che parla di psicodramma nel CDX, ci rendiamo conto che ha talmente poco da guardare e fare ciò che accade nel suo PD che è più stimolante guardare in casa altrui, dove un confronto vero di idee, contenuti e programmi esiste davvero, noi non abbiamo “un uomo solo al comando” che tutto fa e dispone; caro sig. Vice Sindaco, l’unico psicodramma oggi esistente a Gallarate e con tutto il rispetto per chi li vive davvero perché c’è poco da scherzare, è quello che voi stessi state facendo vivere ai Gallaratesi».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.