Incidente, il conducente viene aggredito da tre ragazzi

È successo mercoledì sera in zona stazione

polizia di stato

Rissa in zona stazione a Varese, nella serata di mercoledì 23 marzo, partita da un incidente stradale.

Un quarantaseienne è stato aggredito da tre ragazzi (di cui uno minorenne): gli agenti della Polizia hanno raccolto le testimonianze hanno ricostruito l’episodio, nato da un banalissimo incidente stradale (senza gravi danni) e finito con la denuncia per lesioni a carico dei tre giovani.

È andata cosiì: l’auto di proprietà del quarantaseienne, probabilmente a causa della pendenza della strada, ha indietreggiato di circa un metro andando a urtare leggermente un ragazzo che stava attraversando con altri due amici la carreggiata. I tre ragazzi di 21, 20 e 17 anni, hanno reagito prendendo a calci e pugni la carrozzeria dell’auto. Il conducente, sceso dal mezzo per verificare la situazione è stato aggredito e spintonato dai tre. Caduto a terra, uno dei ragazzi lo ha aggredito provocandogli un “trauma cranico minore e policontusioni”, giudicate guaribili in 10 giorni.

I tre giovani sono stati denunciati per lesioni aggravate in concorso.

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.