L’Erasmus “dei piccoli”, incontro tra ragazzi e insegnanti di sei Paesi diversi

Da oggi la visita in Italia dei docenti da Spagna e Nord Europa. Sei ragazzi di Besnate, Casorate e Arsago andranno invece in Danimarca per alcuni giorni

Erasmus Casorate Besnate Arsago

Ragazzi e insegnanti da diversi Paesi europei s’incontrano, si scambiano culture e conoscenze: è il progetto Erasmus+, che ad aprile porterà in Danimarca un gruppo di ragazzi delle scuole primarie e medie di Besnate, Casorate Sempione ed Arsago Seprio.

Nel frattempo, all’Istituto Comprensivo Toscanini sono arrivati gli insegnanti di altre scuole europee, per una visita di conoscenza: un gruppo di docenti provenienti da ben cinque Paesi diversi (Spagna, Danimarca, Islanda, Galles, Germania), gli stessi che appunto insieme all’Italia saranno coinvolti nella visita di aprile. La delegazione di insegnanti europei è stata accolta mercoledì mattina alla sede centrale del Comprensivo Toscanini, a Casorate Sempione, alla presenza della dirigente Milena Tarantino, dei sindaci di Arsago Claudio Montagnoli, di Besnate Giovanni Corbo, di Casorate Dimitri Cassani, dalle assessore Clementina Giudici e Paola Scanelli, oltre che dei docenti Alessandra Carrozzini, Lorena Fedeli e Luca Raina.

«Siamo molto contenti di essere qui» ha detto Elisa Haaparanta, della Norde Skole di Viborg, che ospiterà gli studenti delle diverse scuole tra un mese. «Abbiamo già qui gli inviti per i ragazzi, che potranno incontrare altri studenti». I rapporti di collaborazione sono in parte anche “storici”, nel senso che proseguono da più anni: «Stiamo lavorando dal 2003 con la Germania, poi con la Spagna, abbiamo fatto tre progetti con l’Islanda e già da alcuni anni con la vostra scuola» ha aggiunto la docente danese. A Viborg – città di 90mila abitanti nello Jutland, Danimarca centrale – saranno ospiti anche sei ragazzi italiani, due per ognuno dei tre paesi che fanno riferimento al Toscanini (grazie anche al contributo stanziato dai Comuni, che ha consentito di aumentare da 4 a 6 i partecipanti).

Al di là della visita all’estero, il progetto prevede comunque una serie di attività tra i ragazzi dei diversi Paesi, ad esempio una serie di visite attraverso cui gli alunni faranno conoscere ai loro coetanei stranieri i musei del territorio (nel caso di Casorate verrà raccontata la preparazione della festa di San Tito, appuntamento che si ripete solo una volta ogni dieci anni).

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 16 marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da brunetto

    VOLEVO FARE UNA PRECISAZIONE ALL’ARTICOLO, I 6 RAGAZZI CHE PARTECIPERANNO AL PROGETTO ERASMUS A VIBORG IN DANIMARCA NON SARANNO SOLO DELLE SCUOLE MEDIE, MA SARANNO COSI’ SUDDIVISI 3 DELLA PRIMARIA UNO PER OGNI PAESE (ARSAGO SEPRIO,BESNATE,CASORATE SEMPIONE) E ALTRETTANTO PER LA SECONDARIA PER UN TOTALE DI SEI.

    1. Roberto Morandi
      Scritto da Roberto Morandi

      Grazie della segnalazione, provvediamo a modificare l’articolo

      1. Scritto da brunetto

        Grazie a voi.

Segnala Errore