Telos in corteo, scritte spray ovunque

Bersagliate Agenzia delle Entrate, banche, mezzi della Polizia Locale, ma anche la chiesa di San Francesco. Il sindaco Fagioli: "Colpa del governo"

cloro al clero saronno

Un pomeriggio di corteo e danni a Saronno, con la manifestazione del Telos, che “celebrava” il settimo anno del centro sociale, passato da diverse sedi occupate.

I ragazzi del Telos hanno attraversato tutto il centro cittadino dietro lo striscione “Diffondiamo loccupazione”, per approdare poi verso le 17  all’area ex Cantoni, dove è scattata una nuova occupazione-lampo da via Bergamo (primissima periferia ovest). Lungo tutto il tragitto, decine di scritte sugli edifici, in particolare di diverse banche italiane e straniere, ma anche all’Agenzia dell’Entrate.

Contro la sede dell’Agenzia sono state anche lanciate uova ripiene di vernice, mentre scritte sprau hanno “decorato” un mezzo della Polizia Locale. Ma la scritta che forse ha fatto più notizia è quella che ha deturpato il muro laterale della chiesa di San Francesco, monumento nazionale: qui i manifestanti hanno tracciato il vecchio slogan Cloro al Clero, “inquadrato” per così dire dentro allo spazio di un’edicola un tempo affrescata.

Il corteo ha riacceso anche la polemica politica. Il sindaco Alessandro Fagioli – fautore nella campagna elettorale – di una linea di fermezza verso i centri sociali – lamenta: «Siamo impotenti. Il problema sta a monte, in un Governo che depenalizza i reati, togliendo a giudici e forze dell’ordine gli strumenti per contrastare anche questo genere id azioni». Il sindaco ha anche detto di aver dato indicazione alla Polizia Locale di acquisire quante più immagini possibili utili a individuare i responsabili. Attacca l’opposizione: «Prendo atto di come prima le responsabilità fossero tutte del Sindaco Porro ora sono di governo, magistratura, questura, di tutti tranne che del Sindaco in carica» dice Francesco Licata, capogruppo Pd. Licata chiede al sindaco di far sapere quando il governo ha depenalizzato le occupazioni abusive e si domanda (in modo retorico): «Cosa rimane degli slogan da sceriffo della campagna elettorale? Nulla, solo il problema non risolto». Di certo la polemica politica non finirà qui.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.