Sicurezza stradale, il sindaco invita i cittadini al Consiglio comunale

All’ordine del giorno della prossima assemblea cittadina c’è l’uscita del Comune dall’Unione di Polizia locale del Verbano

polizia medio verbano inaugurazione sede

«Vi aspetto quindi venerdì, per condividere una decisione che ci auguriamo possa finalmente portare un reale miglioramento alla sicurezza (anche stradale) del nostro Comune».

Una formula colloquiale ma diretta, spesso scelta dal sindaco Danilo Centrella per interagire coi propri cittadini, che giunge in un momento delicato per la comunità di Cocquio Trevisago, vale a dire i giorni seguenti alla tragica scomparsa del giovane Lorenzo, nell’incidente di venerdì scorso.

Il prossimo consiglio comunale di Cocquio è in programma da tempo, ma ora sembra rivestire un’importanza ancora più profonda.
Sul tavolo si dovrà discutere e decidere circa il recesso dall’Unione dei comuni del Medio Verbano per il servizio di polizia locale.
Le motivazioni di questa scelta che l’amministrazione intende prendere sono scritti tra le righe del messaggio comparso sul sito del Comune, dove si invita, vista l’importanza del tema, tutta la cittadinanza a partecipare.

«In tema di Polizia Locale, come saprete, il nostro Comune ha aderito nel 2008 all’Unione Medio Verbano, che comprende altri 10 Comuni oltre al nostro, con i quali condividiamo e dividiamo mezzi, risorse economiche e personale. Ma pregresse convenzioni non ci possono soddisfare, perché il nostro Comune ha criticità completamente diverse dagli altri appartenenti all’Unione: per questo voteremo lo scioglimento», scrive il sindaco.
E poi il riferimento agli ultimi, tragici, fatti di cronaca: «Quello che è successo a Lorenzo Mazzini ha colpito tutti noi. Un duro colpo per la nostra comunità; una tragedia che, indipendente dalla fatalità, apre il vortice della sicurezza in un paese come il nostro. Sicurezza in tutti i campi, ma in primo luogo stradale: il traffico è sempre più intenso sulle strade che attraversano il nostro territorio, create per far arrivare gli automobilisti presto a casa ma sicuramente senza tutelare noi che ci abitiamo. Dal giorno del nostro insediamento e nelle nostre linee di governo la sicurezza è il nostro principale obiettivo. Vogliamo una maggior tutela e maggior presenza delle forze dell’ordine nel nostro paese perché mai una telecamera potrà sostituire l’effetto deterrente di una divisa. Possiamo risparmiare su tutto, ma non sulla sicurezza».

L’appuntamento per il consiglio comunale è dunque per venerdì 30 settembre alle 19 al Teatro Soms di Caldana, sede dell’assemblea cittadina.
Questa sera, giovedì 29 settembre, invece sempre in tema di sicurezza presso l’Oratorio di S. Andrea si terrà un nuovo incontro che avrà come tema la presentazione del progetto “controllo di vicinato”: l’appuntamento è alle 20.30 e segue quello di giovedì 22 a Caldana.

di
Pubblicato il 29 settembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore