“Cristiada”, i valori e gli ideali sono la sorgente del coraggio

Domenica 16 ottobre (ore 15 auditorium Istituto Tirinnanzi) proiezione del film che racconta la lotta del popolo cattolico Messicano contro il governo del sanguinario presidente Plutarco Elìas Calles. Ingresso gratuito

Cristiada

L’associazione Alcide De Gasperi e l’Istituto Tirinnanzi, in occasione della Missione Francescana cittadina di Legnano e in contemporanea con la canonizzazione da parte di Papa Francesco di alcuni beati tra cui il ragazzo messicano Josè Sanchez del Rio, martirizzato nel 1928 all’età di quattordici anni per aver partecipato attivamente alla rivolta dei cristeros e per non aver rinnegato Cristo sotto tortura, propone una visione pubblica del film «Cristiada» distribuito in Italia dalla Dominus  Production di Federica Picchi (México, 2012 – regia di D. Wright con A. García, E. Longoria, P. O’Toole).

L’appuntamento per tutti è alle ore 15, di domenica 16 ottobre, nell’auditorium dell’Istituto Tirinnanzi in via Abruzzi, 19 a Legnano (MI). La proiezione, gratuita e aperta a tutti fino a esaurimento posti.

Il film verrà presentato da suor Maria de Lourdes Arbesu, giovane religiosa messicana, dell’ordine delle Missionarie di San Carlo Borromeo. «Siamo orgogliosi di poter contribuire alla Missione Cittadina di Legnano con la proiezione pubblica di un film veramente speciale e unico – ha dichiarato Antonio Pariani, presidente dell’asssociazione De Gasperi di Legnano -, una storia vera, un film per riflettere. Non a caso abbiamo scelto proprio questa domenica per la  proiezione, il 16 ottobre infatti Papa Francesco procederà alla canonizzazione di alcuni beati. Tra di loro Josè Sanchez del Rio. La sua testimonianza di fede, che non può lasciare indifferenti le coscienze, ci aiuterà a scoprire una pagina pressoché sconosciuta di una delle più feroci persecuzioni anticristiane del XX secolo. Infine voglio ringraziare pubblicamente una grande persona che mi auguro possa venire presto a Legnano: Federica Picchi, la distributrice italiana del film Cristiada. Una ragazza che viveva all’estero, ai vertici di un istituto bancario e che ad un certo punto della sua vita, per un fatto accaduto nella sua famiglia, si è resa conto che la vita è troppo breve, che non siamo mai padroni di niente, e che la chimera del successo non riempie la vita. Così, ha cambiato tutto nella sua vita. Noi dell’associazione De Gasperi vogliamo incontrare persone così, libere di guardare alla verità della propria vita e pronte a cambiare per amore a questa stessa verità».

Cristiada narra una pagina storica cruda, ma emozionante nella storia dell’America Latina (1926-1929): l’unione del popolo cattolico Messicano contro il governo massonico del sanguinario presidente Plutarco Elìas Calles. Enrique Gorostieta Velarde (Andy Garcia), uomo privo di ogni ideologia, mosso da un profondo ideale di giustizia, decide di mettere il suo genio militare a servizio del popolo cristiano perseguitato, trasformando un gruppo di contadini, studenti ed intellettuali, in una forza militare organizzata capace di bloccare le truppe federali. Sarà tuttavia la profonda umanità di coloro che incontrerà sul suo cammino – giovani idealisti, rinnegati e, soprattutto, un coraggioso ragazzo di quattordici anni José Sanchez Del Rio (già beatificato da Papa Benedetto XVI nel 2005) – a fargli comprendere come i valori e gli ideali siano la sorgente del coraggio, anche quando la speranza nella giustizia sembra essere irrimediabilmente perduta.

Il  film Cristiada, prodotto nel 2012 ha ricevuto vari riconoscimenti cinematografici tra cui il Mirabile Dictu International Film Festival e il Movie Guide Awards del 2013. Il film è distribuito  in  Italia  da  Dominus  Production  di Federica Picchi,  e  le  proiezioni  del  film  hanno ricevuto il patrocinio di numerose istituzioni civili e culturali, tra cui Agis

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore