Un nuovo angiografo potenzia l’emodinamica

Il macchinario di ultima generazione permetterà al reparto del Sant'Antonio di migliorare la qualità delle prestazioni già molto apprezzata

ospedale di gallarate polichirurgico

Un nuovo e moderno angiografo per potenziare l’emodinamica dell’ospedale Sant’Antonio di Gallarate.

È stato presentato ufficialmente il nuovo macchinario arrivato in dotazione al reparto diretto dal dottor Ivan Caico. La spesa globale dell’intervento, compresa la ristrutturazione dei locali, è stata circa di un milione di euro.

Soddisfazione è stata espressa dal direttore dell’ASST Valle Olona Giuseppe Brazzoli secondo il quale il reparto, con la specialità interventistica, insieme a quello di Busto offre un’assistenza tra le più richieste della regione con ben 300 prestazioni in estrema urgenza realizzate e 114 angioplastiche d’emergenza.

La cardiologia interventistica è un’evoluzione della specialità che porta a intervenire con sonde, cateteri ed elettrodi per trattare patologie gravi come l’infarto acuto o le cardiomiopatie.

Dall’inizio dell’anno, l’emodinamica di Gallarate ha effettuato 935 procedure di cui 550 coronarografie e 330 pacemaker, ablazioni e studi elettrofisiologici

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 novembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore