Chiude a Bizzozero l’ultimo spaccio delle Acli

Era aperto dal 1946, negli ultimi anni solo la mattina. La chiusura definitiva a fine anno

L'ultimo spaccio Acli è a Bizzozero

Ve avevamo parlato solo pochi mesi fa, come l’unico spaccio Acli di generi alimentari e non sopravvissuto in provincia: purtroppo però anche quello delle Acli di Bizzozero, Varese ha ceduto le armi. L’annuncio è stato dato, unica nota triste, durante la festa di Bizzozero.

Galleria fotografica

L'ultimo spaccio Acli è a Bizzozero 4 di 8

Aperto dal 1946, subito dopo la seconda guerra mondiale, come luogo di distribuzione di generi alimentari per non abbienti è poi rimasto in essere come spaccio per gli associati.

Il presidente della Sezione Acli di Bizzozero, Remo Incerti ci aveva già avvertiti: «Non sappiamo ancora per quanto tempo resterà aperto – aveva ammesso a marzo scorso – Le persone non lo utilizzano più come una volta, e la sostenibilità economica viene meno».

L'ultimo spaccio Acli è a Bizzozero

Ora la decisione definitiva, con la chiusura dell’anno solare.

Lo spaccio, dalla fine del 2014 lo spaccio, era aperto solo la mattina: a gestirlo una gruppo di volontari, capitanati appunto dal presidente della sezione, uno dei suoi primi sostenitori. Ora sono gli ultimi giorni, prima dei saluti definitivi.

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 20 dicembre 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

L'ultimo spaccio Acli è a Bizzozero 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore