Intossicati dal monossido, salvati dal rilevatore

Due persone finite all’ospedale ma il soccorso è avvenuto in sicurezza grazie a nuovi apparati in dotazione

Avarie

Un malore, la testa che gira, svenimenti. Due giovani, un ragazzo e una ragazza, questo pomeriggio hanno chiamato il 118 lamentando questi sintomi.

Gli operatori sono arrivati con ambulanza e autoinfermieristica e i soccorritori, una volta entrati nell’appartamento in via Tognoli a Sesto Calende hanno avvertito un suono.

Si trattava del rilevatore che avevano legato allo zaino di soccorso, che contiene i principali presidi di assistenza medico sanitaria.

L’allarme è scattato per via del monossido di carbonio, un gas inodore che si sprigiona dalla combustione e che sottrae ossigeno a chi rimane al chiuso.

Così anche i soccorritori non hanno rischiato di rimanere intossicati e anzi hanno attivato tutti i protocolli d’intervento del caso.

Di lì a poco infatti è arrivato anche un mezzo dei vigili del fuoco partito da Ispra, che ha messo in sicurezza l’area.

Il giovane si è fatto accompagnare in ospedale, la ragazza ci è arrivata a bordo dell’ambulanza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore